Cinquestelle massacrati dal web, ne erano i padroni. Reddito di cittadinanza, vince la Meloni

sabato 23 novembre 6:00 - di Francesco Storace

Sembravano i padroni del web, i Cinquestelle, ora si beccano la parola cialtrone come complimento. Se vogliono cercare una spiegazione ai loro disastri – persino sulla tanto cara piattaforma Rousseau – vadano a passeggio sulla rete. Nemmeno tanto lontano, basta navigare sulle loro pagine, sui loro profili, senza sforzarsi di curiosare dalle parti del nemico tanto odiato.

C’è un giovane parlamentare che si fa anche apprezzare, come l’ex capogruppo M5s alla Camera Francesco D’Uva, oggi questore a Montecitorio. Ma a volte capita anche a lui di sbagliare, quando si illude di poter strafare. Basta un tweet inopportuno per essere sommerso da una valanga di critiche. Ma chi glielo ha fatto fare di prendere di petto Giorgia Meloni sulla bufala chiamata reddito di cittadinanza? Ecco l’esibizione di D’Uva: “Giorgia #Meloni ne ha appena sparata un’altra: vuole cancellare il #RedditoDiCittadinanza. Ma #FratellidItalia non era la destra sociale? Non erano quelli attenti agli ultimi? #IoSonoGiorgia e penso solo a chi ha i soldi. #Manovra.

I Cinquestelle devono studiare

Ecco, una sciocchezza più grande non la poteva certo scrivere. Primo: la Meloni non ne “spara”, perché a differenza dei Cinquestelle – e non solo dei Cinquestelle – studia gli argomenti. Secondo: destra sociale? Informarsi di che cosa di parla, please. Terzo: pensare a chi ha i soldi è un’esclusiva di chi regala quelli nostri senza offrire uno straccio di lavoro ai disoccupati.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Albert 2019 23 novembre 2019

    La cosa più inaccettabile e vergognosa del sistema del “reddito di cittadinanza” è che – contrariamente alle falsità della propaganda grillina – esso non ha prodotto UN SOLO posto di lavoro! A parole avrebbe dovuto essere solo un’integrazione temporanea, ma l’obiettivo era favorire l’inserimento stabile (corsi di aggiornamento professionale, ecc.) nel mondo del lavoro di coloro che hanno iniziato a percepirlo. Ebbene, non risulta che chi ha percepito il r.d.c. poi abbia mai ottenuto un solo posto di lavoro (anche perché moltissimi non lo vogliono affatto!). Quindi il r.d.c. è puro spreco clientelare, per fannulloni cronici.

  • Giuseppe Tolu 23 novembre 2019

    Ero riferito alle sardine, ma va bene lo stesso. Tanto spariranno tutti e due

  • Giuseppe Tolu 23 novembre 2019

    Spariranno molto più in fretta dei 5s, diventeranno subito lische per gatti randagi

  • In evidenza