Chat Cinquestelle dell’Emilia Romagna, vogliono cacciare Di Maio: “Niente desistenza col Pd!”

mercoledì 20 novembre 6:00 - di Francesco Storace

Occhio Di Maio, che l’Emilia Romagna si sta trasformando per lui in un pozzo senza fine. Ce lo spingeranno i suoi attivisti locali, indignati per la fuga annunciata dalle elezioni regionali. Da chi vuole andare da solo alle urne a chi vorrebbe allearsi col Pd, comunque non accettano che a decidere sia chi ha perso ogni competizione elettorale da marzo 2018 ad oggi. Maledette politiche…

In una chat pentastellata, proprio quella intitolata su Facebook “gruppo Emilia Romagna”, c’era un nostro “inviato”. Tutto è partito da un annuncio pubblico in rete e che è assolutamente eloquente. E’ reclamizzato l’esposto al “Comitato di Garanzia del Movimento Cinque Stelle”, contro Luigi Di Maio, capo politico trattato alla stregua di un infedele.

Che cosa si è messo in testa Di Maio?

Di Maio sta negando agli iscritti della regione il diritto – stabilito dall’articolo 4 del loro regolamento – a decidere sulla presentazione della lista attraverso lo “strumento di democrazia diretta e partecipata costituito dalla consultazione in rete”. Siccome sta facendo tutto da solo, si è di fronte della negazione di uno degli elementi costitutivi del Movimento: quindi Di Maio a casa.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Carlo Cervini 20 novembre 2019

    I sinistri sono talmente terrorizzati dall’attivismo di Salvini e di F.lli d’Italia che hanno accorpato Emilia e Calabria per creare difficoltà. Il Pd continua a farsi autogol, dalle sardine alla UE, la gente è indignata per il patto salva stati che di fatto è contro l’Italia e la espone a forti speculazioni ribassiste manovrando lo speed; a Germania, Francia e Olanda non gli bastano l’arbitraggio che fanno da mesi con i loro tassi negativi rispetto al nostri + 1,00 – 1,28%, stessa valuta, stesse scadenze = rischio zero e guadagno sicuro.

  • eddie.adofol 20 novembre 2019

    uesto pd è eversivo e sta facendo di tutto x vincere in Emilia Romagna , questo è un partito anti italiano dalla nascita, speriamo che Di Maio non si faccia imbrogliare da Conte e Zingaretto, perché dopo che avranno vinto nella loro regione rossa di sangue, NON SCORDIAMOCI BIBBIANO, faranno immediatamente fuori anche lui, se Di Maio a carattere deve correre da solo con il suo movimento e, non dare retta alle alici sardine, quei pesci finiranno tutti in bocca al gatto di SALVINI- Queste sardine sono come i girotondo di Moretti i Viola le femministe i Back Block, quelli che sfasciano le vetrine dei negozi e danno a fuoco alle camionette della polizia di stato e a tutte le forze dell’ordine, perciò se lui si vuole mettere con questi rivoltosi faccia pure, ma dopo gli si rivolterà contro tutto il disordine creato da questi fantomatici centri sociali di sinistra. PRIMA GLI ITALIANI VERACI-e

  • In evidenza