Uruguay, la sinistra costretta al ballottaggio. Il 24 novembre favorita la destra di Lacalle Pou

lunedì 28 ottobre 14:31 - di Redazione

Uruguay, tutto secondo le previsioni. Si andrà al ballottaggio, il 24 novembre prossimo, per decidere il nuovo presidente dell’Uruguay. Il candidato della sinistra, da 14 anni al potere nel Paese, Daniel Martinez ha infatti vinto le elezioni di ieri ma si è fermato al 38,5%. Ma questa percentuale non è sufficiente ad evitare il ballottaggio con Lacalle Pou, ex senatore del Partido Nacional. Lou ha conquistato il 28,3% con una campagna elettorale incentrata sulla promessa di rilanciare l’economia e combattere la criminalità. Le prossime settimane saranno quindi critiche per la formazione di sinistra Frente Amplio. Le sinistre hanno anche perso la maggioranza assoluta in Parlamento. Ma al ballottaggio le cose potrebbero cambiare. I candidati che si sono aggiudicati il terzo e il quarto posto, il liberale Ernesto Talvi e il nazionalista di estrema destra, hanno già scelto. Hanno annunciato già che al secondo turno sosterranno il candidato della destra contro il 62enne ex sindaco di Montevideo.

Uruguay, aumenta la criminalità

Il Frente Amplio da parte sua rivendica il fatto che nei 14 anni di governo ha portato una politica di riduzione della povertà e di riforme sociali. E aggiunge che ciò ha portato, secondo le stime della Banca mondiale, a una delle società più eque dell’America Latina. Dove il ceto medio che ha raggiunto il 60% della popolazione. Ma non è vero, almeno non del tutto. Inoltre negli ultimi anni si è registrato un netto aumento della criminalità. Unita ad una battuta d’arresto nella crescita economica, con una previsione per quest’anno allo 06% e la disoccupazione al 9%. Ed è stato soprattutto sul tasto della lotta alla criminalità che ha insistito il 46enne candidato della destra, Lacalle Pou figlio dell’ex presidente Luis Alberto Lacalle. Ma ieri in un referendum svoltosi contestualmente alle elezioni è stata rifiutata la proposta di militarizzare la sicurezza interna. L’Uruguay è un piccolo Paese dell’America latina, con una popolazione di 3,5 milioni di abitanti. Anche l’Uruguay, come altri Paesi, è una repubblica presidenziale.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza