Trieste, l’ultimo commovente saluto agli agenti Rotta e Demenego (video)

mercoledì 16 ottobre 14:04 - di Sveva Ferri
trieste funerale agenti

Il lungo applauso, il picchetto d’onore, le note del Silenzio. A Trieste, nella chiesa di Sant’Antonio Taumatorgo, si sono svolti i funerali di Pierluigi Rotta e Matteo Demenego, i due poliziotti uccisi il 4 ottobre nella sparatoria in questura. Intorno ai due agenti la città, «unita e composta in maniera esemplare», si è stretta «in un abbraccio corale, forte commosso». È stato l’arcivescovo, monsignor Giampaolo Crepaldi, a dare voce ai sentimenti dei triestini, ma si direbbe di tutti gli italiani, celebrando le esequie.

L’arcivescovo: «Per Trieste sarete sempre angeli»

«Carissimi Matteo e Pierluigi, innumerevoli sono stati gli atti di amore verso di voi che hanno trovato espressione in questi giorni di dolore», ha  ricordato il vescovo, parlando delle preghiere, delle commemorazioni istituzionali, dei fiori e dei disegni dei bambini lasciati in Questura. «In molti di quei disegni, proprio i bambini, con la loro spontanea e innocente intuitività, vi hanno descritto come i nostri angeli». «Sono certo che, dopo questo atto di addio, Trieste continuerà a ricordarvi come i suoi angeli», ha proseguito Crepaldi, sottolineando la «fondamentale lezione di vita» arrivata dall’impegno e dal sacrificio di Rotta e Demenego.

«A costruire sono gli uomini e le donne pronti al servizio e al dono di sé, mentre a distruggere sono quelli che coltivano la violenza, l’odio e il proprio egoistico interesse», ha sottolineato monsignor Crepaldi, che nell’omelia si è anche soffermato sul fatto che le forze di polizia svolgono un «difficile lavoro, non sempre adeguatamente compreso e valorizzato».

Il saluto del questore alla “Volante 2”

L’arcivescovo, quindi, ha ricordato il video nel quale i due agenti «con la gioiosa maturità dei vostri trent’anni, invitavate i cittadini di Trieste a dormire tranquilli, perché a vigilare sulla loro sicurezza c’eravate voi che vi definite figli delle stelle». «Cari Matteo e Pierluigi – ha concluso mons. Crepaldi – anche dopo questo addio, per Trieste voi resterete i luminosi figli delle stelle. Trieste vi dice grazie, mentre affida alla materna protezione della Madonna, Stella del mattino, le vostre anime e i vostri cari». E a quello stesso video ha fatto riferimento anche il questore di Trieste, Giuseppe Petronzi.

«Saluto la Volante 2 alla sua ultima uscita con le stesse parole che usavano loro, “qui ci siamo noi dormite sonni tranquilli”», ha detto il questore, visibilmente commosso. Alla fine delle esequie alcuni colleghi si sono avvicinati e inginocchiati vicino ai feretri.

Il video dei funerali di Rotta e Demenego

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • maurizio pinna 16 ottobre 2019

    Dio dell’universo accogli gli spiriti di questi ragazzi in quell’angolo del cielo che riserbi ai martiri ed agli eroi

  • In evidenza