«Ti ucciderò», un diverbio in strada ed è l’inferno. L’insegue, lo blocca tra 2 auto, lo colpisce col casco

venerdì 18 ottobre 16:53 - di Redazione
Ti ucciderò, dopo la minaccia, l'incidente

«Ti ucciderò»: prima la minaccia. Poi la brutale aggressione. È una storia di violenza inaudita, quella che arriva da Roma, nata sulla strada per un diverbio alla guida. La vittima, ricoverata in ospedale con una frattura del capitello radiale, ne avrà per trenta giorni. L’aggressore, T.D., un 41enne romano, è stato arrestato.

«Ti ucciderò»: detto e quasi fatto

«Se non ti ho ammazzato adesso ci riuscirò domani…». È solo una delle tante minacce che T.D., romano di 41 anni, ha rivolto all’uomo che aveva tentato di uccidere, mentre gli agenti della Polizia lo stavano arrestando. La vicenda, così come ricostruita dagli investigatori del commissariato Romanina, diretto da Laura Petroni, è iniziata alle 16:40 di venerdì in via Anagnina, vicino alla stazione di Ciampino. T.D. era alla guida di una monovolume quando ha incrociato la vittima. La quale, a bordo di uno scooter, ha compiuto una pericolosa inversione a U. Da quel momento si è scatenato l’inferno. Ed è iniziato un vero e proprio inseguimento.

L’insegue, l’incastra tra 2 auto, infierisce col casco

L’uomo alla guida del ciclomotore, nel tentativo di seminare T.D. , è entrato nel parcheggio di un bar. Nella foga scatenata dalla furia del suo inseguitore, il motociclista in fuga è rimasto bloccato da una vettura parcheggiata. L’inseguitore non ha esitato: senza rallentare la corsa dell’auto, ha schiacciato la persona a bordo dello scooter contro la macchina parcheggiata. Non solo: continuando ad accelerare persino dopo il violento impatto. Non ancora pago, T.D. è poi sceso dall’auto e ha iniziato a colpire la vittima con un casco. Insistentemente: fino a quando, incontenibile, il 41enne romano non è stato fermato da alcuni cittadini e dai primi poliziotti intervenuti.

L’aggressore arrestato per tentato omicidio

L’aggressore, prima di essere condotto in commissariato, è stato sottoposto ad alcuni esami clinici, dai quali è emerso che aveva da poco assunto alcol e droga. La vittima è stata accompagnata in ospedale e ne avrà per almeno 30 giorni a causa della frattura del capitello radiale. T.D., già noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio. Gli investigatori sono al lavoro per capire il motivo dell’aggressione.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza