Sindacalista Cgil diffonde false istruzioni per invalidare il voto a Salvini

domenica 27 ottobre 18:59 - di Redazione

La denuncia arriva dai social: qualcuno sta provando a inquinare il  voto in Umbria. In queste ore, infatti, circola su Twitter e su Fb un finto tweet, realizzato da un falso account di Matteo Salvini, nel quale si invitano le persone a votare Lega e poi scrivere il proprio numero di cellulare. “Così Salvini provvederà a chiamarvi personalmente per ringraziarvi”. E’ chiaro che non è uno scherzo. Chi abbocca a questo appello del finto Salvini, infatti, automaticamente annulla la scheda. Un fake grave, gravissimo.

La denuncia dei veri siti che sostengono Salvini

“ALLUCINANTE!!! SINDACALISTA CGIL UMBRO DIFFONDE FALSO POST DI SALVINI CON FINTE ISTRUZIONI DI VOTO CHE INVALIDEREBBERO LA SCHEDA!!! “>Vergognatevi!!! Facciamo girare questo schifo!”, denuncia con toni allarmati la pagina Fb di “Noi con Matteo Salvini”. Si fa riferimento, in particolare, alla pagina di un sindacalista della Cgil, M.V., che sarebbe tra i protagonisti di questo tentativo di inquinare il voto per le Regionali dell’Umbria. Il giochino del cellulare da scrivere sotto la scheda, dopo aver votato Lega, potrebbe davvero indurre i meno avveduti ad annullare la scheda rendendola così “riconoscibile”. Ovviamente, i grandi accusatori del metodo della fake news, da Renzi alla Boldrini, non hanno ancora pronunciato una parola di condanna. Per un metodo squallido e sottile, che rischia davvero di danneggiare una forza politica.

Non a caso, oggi, il vero Salvini, sulla propria pagina Fb, ha invitato gli elettori a mettere solo una croce sulla scheda.  “Decine di migliaia di persone incontrate, luoghi stupendi visitati, passione, idee, affetto: grazie Umbria! Io ce l’ho messa tutta, oggi fino alle 23 tocca a voi. Convincete amici, parenti, colleghi, magari anche ex fidanzati ad andare a votare, ogni voto conta: basta una croce sul simbolo Lega e questa sera festeggeremo insieme la liberazione della vostra splendida Terra!”.

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza