Sciopero generale a Roma, è paralisi. A fermarsi sono residenti e lavoratori, tutti contro la Raggi

venerdì 25 ottobre 9:03 - di Redazione
sciopero generale a Roma

Venerdì nero per lo sciopero generale a Roma. Per la prima volta non si fermano solo i lavoratori, ma anche i residenti. Perché la situazione della Capitale è disastrosa e la Raggi non riesce a dare una minima risposta. «La sindaca se ne deve andare», il coro unanime. Si ncrociano le proteste fra trasporti e servizi. Bus, metro e ferrovie locali a rischio per i cittadini. Bisognerà fare fronte a due scioperi differenti. Uno è indetto dai sindacati Sgb-Cub, Si Cobas, Usi Ait per Atac e Roma Tpl. L’altro è promosso da Cgil, Cisl e Uil in adesione all’agitazione per le partecipate di Roma Capitale. Disagi anche per quanto riguarda la raccolta dei rifiuti. Ad incrociare le braccia, infatti, è anche l’Ama.

Sciopero generale a Roma, i trasporti

L’Atac segnala sui canali social disagi per lo sciopero generale. Il «trasporto pubblico romano è a rischio. Saranno rispettate le fasce di garanzia, da inizio servizio alle 08,30 e dalle 17 alle 20. La protesta riguarderà bus, tram, metropolitane, ferrovie Roma-Lido, Roma-Civitacastellana-Viterbo e Termini-Centocelle».

L’appello dell’Ama

Ama fa appello al senso civico e alla collaborazione di tutti i romani. Bisogna evitare il conferimento delle varie frazioni di rifiuto, per non sovraccaricare le postazioni di cassonetti stradali. Si ricorda, inoltre, che è fatto divieto assoluto di abbandonare sacchetti di rifiuti a terra.

La manifestazione in Campidoglio

È prevista anche una manifestazione in Campidoglio. L’ha annunciato all’Adnkronos Alberto Civica, segretario generale Uil Lazio. «Stanno arrivando tante adesioni da altre sigle sindacali e dalle associazioni dei consumatori». «Abbiamo evitato il corteo per non aumentare il disagio dei cittadini». Bloccare la città «è stata una decisione che abbiamo preso non a cuor leggero. Ma confidiamo nel fatto che i cittadini capiscano che se siamo arrivati a questo punto è perché non ci è stata data nessuna possibilità di mediare. Intanto il Campidoglio non ci ha proprio mai incontrati e di conseguenza non ci ha dato nessuna risposta su nulla. Né sulla questione di Roma Metropolitane né sulle altre partecipate, da Ama a Farmacap, da Risorse per Roma a Multiserivizi, da Atac a Equa Roma a Zetema».

Sciopero generale a Roma, in piazza anche per i consumatori

Per la prima volta anche i consumatori parteciperanno allo sciopero generale indetto a Roma dai sindacati. Il Codacons ha deciso infatti di aderire formalmente alla protesta dei lavoratori contro lo stato disastroso della città e per chiedere il commissariamento urgente della sindaca Virginia Raggi.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza