Salvini a “Giuseppi e Giggino”: «Non rompete le palle a chi si sveglia presto per andare al lavoro» (video)

venerdì 18 ottobre 14:56 - di Giorgia Castelli

«Questa è la piazza delle grandi adunate della sinistra. Mi hanno detto ma tu sei matto? Solo la sinistra in passato riusciva a riempirla, e adesso ci siamo noi». Matteo Salvini pronostica una grande partecipazione alla manifestazione del centrodestra in piazza San Giovanni. «Domani ci saranno 100mila, 200mila persone» mentre «Renzi fa la sua Leopoldina finanziata dai soliti amici dei salotti buoni». In diretta su Facebook, il leader della Lega facendo riferimento al malore avuto nei giorni scorsi dice: «Sto bene, il cuore sta bene. Mi hanno dato la pastiglietta per la pressione, mi hanno detto “fai una vita più tranquilla”… Beh, hanno preso quello sbagliato…».

Salvini:«Il governo è pieno di gente che ha tradito…»

Poi, l’attacco al governo: «Giuseppi e Gigino pensano che l’evasione si combatte andando a rompere le palle a chi si sveglia la mattina presto per portare a casa 1500 euro». E poi ancora: il governo è «pieno di gente che ha tradito per la poltrona. Quanto piace a Giuseppi la poltrona». Salvini parla del premier: «L’altra sera hanno fatto uno speciale sulla Rai, ha parlato solo Conte… Non l’ha sentito nessuno, hanno tutti cambiato canale». Poi il bilancio: «Porti aperti e tasche vuote, è il riassunto di un mese di governo: tasse, manette e cazzate, come togliere il voto agli anziani…». Il riferimento è a Beppe Grillo. «Togliere il voto agli anziani? – insiste – Che facciamo, sterminiamoli. Ma che miseria umana, il governo dei saggi e degli statisti».

Migranti e sbarchi

Commentando le operazioni di recupero dei corpi dopo il naufragio avvenuto nella notte tra domenica 6 ottobre e lunedì 7 al largodi Lampedusa afferma: «Ora che comandano i buoni sono aumentati i morti ma sono sparite le magliette rosse e l’indignazione. I fatti danno ragione alla nostra politica: meno partenze, meno sbarchi, meno morti. Con il governo delle poltrone sono aumentate le partenze, gli sbarchi e i cadaveri. Proviamo dolore per chi perde la vita e tanta pena per gli ipocriti che si scagliavano contro i porti chiusi e ora stanno zitti». Nella diretta su Facebook, Salvini ha a corredo del suo intervento pubblica anche un post: «Conte e Di Maio che tassano bibite, biscotti, benzina e partite Iva, Renzi che vuole tornare alla legge Fornero, Grillo che vuole togliere il diritto di voto agli anziani. Scemo e più scemo al governo!
Io sono in piazza San Giovanni, c’è uno splendido sole, vi aspetto domani, saremo una marea umana, pacifica e determinata».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza