Roma, l’assessore Lemmetti pendolare d’oro: i suoi viaggi ci costano 20mila euro

sabato 5 ottobre 11:20 - di Viola Longo
lemmetti

In due anni le «spese vettura» e le «spese trasporti» dell’assessore al Bilancio di Roma, Gianni Lemmetti, sono costate ai cittadini 20mila euro. Non male per uno chiamato a mettere in ordine i conti della Capitale da un sindaco che, da sempre, fa del taglio degli sprechi e delle auto blu una bandiera.

Quanto ci costa Lemmetti

Il dato su quanto ci costa l’auto di Lemmetti, così indispensabile che Virginia Raggi l’ha fatto arrivare niente meno che da Livorno, è riportato sul sito del Comune. Lo si trova alla voce «viaggi e missioni pagati con soldi pubblici». Lì ci sono le note spese scovate dal Corriere della Sera, che ha scoperto così quelle «cifre difficilmente compatibili con spostamenti in città». Si parla di 8mila 586 euro solo tra febbraio e giugno di quest’anno e di 11mila euro per l’anno scorso. Totale: 19mila 618 euro certificati fino al giugno di quest’anno. Dunque, a conti fatti, Lemmetti solo tra stipendi (80mila euro lordi l’anno) e spostamenti, in due anni ci è costato circa 180mila euro. E questo al netto degli spostamenti di quest’estate, che ancora non conosciamo. In compenso sappiamo che ad agosto 2018 costarono 2.140 euro.

Come si spiegano quelle cifre?

È ancora il Corriere, poi, a ricordare che «Lemmetti non è solito, dicono anche per carattere, partecipare a eventi o incontri o comunque occasioni che giustifichino spostamenti frequenti, e quindi spese di viaggio». Dunque, come si giustificano quelle cifre? L’ipotesi avanzata dal quotidiano è che l’assessore, benché a inizio mandato avesse dichiarato di volersi trasferire a Roma, alla fine abbia deciso di continuare a fare base in Toscana. Vi «rientra – spiega il Corseranon proprio tutti i giorni ma “molto assiduamente”, rivela chi lo conosce bene».

Quando Raggi si vantava di…

Forse, a questo punto e parlando di automobili e spese connesse, vale la pena ricordare cosa disse Virginia Raggi a novembre 2017, vantandosi di aver tagliato le spese per il parco auto del Campidoglio. «Risparmi per 152mila euro e 188 veicoli avviati alla rottamazione. È il risultato di un’operazione di eliminazione degli sprechi che abbiamo avviato in Campidoglio da inizio anno», rivendicò la prima cittadina pentastellata, sottolineando che non era una rivoluzione, «ma Roma rinasce anche grazie a questi piccoli gesti di sana e buona amministrazione». Lemmetti era già insediato e a sua volta rimarcò che «nell’ambito della complessiva azione di razionalizzazione della spesa prosegue l’attività di ricognizione sui mezzi in dotazione all’Amministrazione». Ma non, a quanto pare, su quelli degli assessori.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza