Nigeriano scaraventa dalla finestra un marocchino: «Mi ha rubato il computer»

giovedì 10 ottobre 16:38 - di Redazione
Un'ascia uomo aggredito e rapinato

Un nigeriano scaraventa il vicino di casa dalla finestra. Lo accusa del furto del proprio personal computer. Un pc al quale teneva in modo particolare perché custodiva foto e ritratti della moglie. Così il trentatreenne nigeriano, residente a San Vito di Negrar, a Verona, quando ha visto rientrare il giovane marocchino gli ha sbarrato la strada e lo ha trascinato all’interno del proprio appartamento. Qui, dopo aver bloccato la porta, lo ha minacciato chiedendo di restituirgli il computer sparito. E, per dare forza alla sua pretesa, ha cominciato a colpirlo con un’ascia che teneva nascosta nei pantaloni. Utilizzandola fortunatamente dal lato privo di lama. Terrorizzato, il giovane marocchino è riuscito a divincolarsi ed a raggiungere la finestra dell’appartamento, dalla quale ha provato a chiedere aiuto. Ma è stato raggiunto dal nigeriano che lo ha spinto verso l’esterno.

Nigeriano tenta di colpire con l’ascia il marocchino

Il nordafricano ha così perso l’equilibrio ed è caduto riuscendo, tuttavia, a rimanere appeso alla finestra. Quando però ha visto il nigeriano alzare l’ascia per colpirlo nuovamente, temendo che gli avrebbe amputato le mani, ha mollato la presa. E si è lasciato cadere nel vuoto da un’altezza di circa 4 metri. Nonostante l’impatto al suolo, il giovane è riuscito a rialzarsi ed a scappare a casa di alcuni connazionali che hanno dato l’allarme. I carabinieri che erano in pattuglia poco distante, sono giunti subito sul posto. E hanno rintracciato l’autore del reato che si trovava ancora a casa. I militari, quindi, dopo un’accurata ispezione hanno trovato occultata fra la spazzatura condominiale, un’accetta di oltre 30 centimetri. Del computer, invece, non vi è traccia. Il giovane marocchino è stato trasportato al pronto soccorso dell’ospedale di Negrar dove gli è stata riscontrata, oltre a contusioni varie, la frattura del calcagno destro con una prognosi di 30 giorni. Mentre il nigeriano è stato arrestato con l’accusa di violenza privata e lesioni personali.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Albert 2019 11 ottobre 2019

    Notizia curiosa e dai risvolti umoristici. Intanto perché la vicenda tra il nigeriano e il marocchino si è svolta – ironia della sorte – a “Negrar” vicino a Padova (ma si può scrivere “Negrar”? Non è che magari scatta l’algoritmo politically correct di FB e uno viene bannato?) . Ma poi, che sarebbe successo se il marocchino fosse caduto dalla finestra sopra un senegalese? Complicato farci un titolo: “Nigeriano a Negrar scaraventa dalla finestra marocchino sopra senegalese di passaggio”….

  • In evidenza