Meloni: «Non abbiamo cambiato idea: Il taglio passa grazie a Fratelli d’Italia»

martedì 8 ottobre 18:56 - di Redazione

Meloni: «Non abbiamo cambiato idea. Altri, come il Pd, non possono vantare la stessa coerenza». Così la leader di Fratelli d’Italia ai giornalisti subito dopo il via libera  della Camera al taglio del numero dei parlamentari.«Il Parlamento italiano oggi ha approvato una riforma chiesta e voluta dagli italiani. E sono fiera che questo sia stato possibile soprattutto grazie a Fratelli d’Italia».

Meloni: «Non abbiamo cambiato idea»

«Questo provvedimento, infatti, non sarebbe passato se Fratelli d’Italia, dall’opposizione e senza chiedere nulla, non lo avesse votato in tutte e quattro le letture. Lo abbiamo fatto perché noi siamo schierati solo con quello che vogliono gli italiani».

Il partito della Meloni non ha mai fatto mancare il sostegno alla riforma con l’obiettivo di arrivare contemporaneamente al presidenzialismo e a una rivisitazione complessiva della Costituzione. Nel corso del dibattito parlamentare anche Emanuele Prisco aveva ribadito la linea costante di Fratelli d’Italia. «Siamo l’unico partito di opposizione che nelle tre precedenti letture ha espresso voto favorevole senza essere legato né da accordi programmatici né da contratti di governo, coerente con la propria storia». Inevitabile la stoccata agli avversari. «Forse c’è qualcuno nel M5s che spera che la riforma salti – aveva detto Prisco prima del voto –  Di Maio abbia il coraggio di dire che se mancassero i voti del Pd lui si dimetterebbe e si andrebbe a votare».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Carlo Cervini 9 ottobre 2019

    Era doveroso tagliare senatori e deputati dopo la creazione nel 1970 delle Regioni con una pletora di altri 1.200 Consiglieri + gli assessori anche esterni, costosissimi e di fatto doppioni o triploni di Uffici e competenze; l’abbiamo pagata cara per 50 anni questa ridicola vicinanza e rappresentatività dei territori…………….Intanto si eleva al rango di europea la Tobin Tax, una tassa assurda che ha danneggiato fortemente la nostra Borsa ed ha fatto emigrare molti operatori su piattaforme estere con relativi capitali. Come ci diamo la zappa sui piedi noi non ci riesce nessuno !

  • In evidenza