L’allarme degli esorcisti: «Le sette sono a caccia di giovanissimi, vogliono nuovi adepti»

giovedì 31 ottobre 9:05 - di Redazione
esorcisti

Gli esorcisti non abbassano la guardia. La “notte oscura” è un canto all’orrore. E nasconde molti pericoli. Tutto sacrificato sull’altare degli affari. Scatta l’allarme. Sette, poteri occulti, inni a Satana e alla morte. La “notte delle streghe” è un’occasione per ingrossare le fila di gruppi satanisti. Questo è l’allarme che lanciano gli esorcisti in vista di Halloween. Padre Paolo Carlin spiega come questa ricorrenza non sia poi così ingenua. Ma un qualcosa dove alcune persone potrebbero perdere la testa. Entrare in questi circoli che onorano il maligno non è un gioco innocente. Potrebbe significare mettere a rischio la propria vita.

Anche il semplice dolcetto o scherzetto ha in sé, secondo il religioso, un messaggio nascosto che si è diffuso negli anni a causa dell’ignoranza di genitori ed educatori che non conoscono le origini di questo evento. E che, in questo modo, danneggiano i loro figli. Con Halloween, la logica mortifera uccide quella innocente e pacifica difesa dal cristianesimo. Complici di questo sarebbero le lobby economiche che, secondo padre Carlin, difendono e tutelano l’evento a causa di un giro d’affari imponente.

Gli esorcisti: attenti ai festeggiamenti in onore di Satana

«La notte del 31 ottobre – spiega padre Carlin all’Adnkronos – è per le sette una ricorrenza speciale perché loro affermano di celebrare il compleanno del Diavolo. Alcuni prenderanno parte a riti e festeggiamenti in onore a Satana. L’innocenza di questa tradizione è solo apparente. C’è gente che, quella notte, potrebbe rimetterci la vita». Molti giovani in occasione della “festa dei morti” partecipano a rave party pensando di andare lì solo per divertirsi. «Poi però – continua l’esorcista – vengono avvicinati da questi gruppi che usano la logica magica e praticano l’occultismo e l’esoterismo per avere adepti».

Il più giovane degli esorcisti d’Italia, Don Antonio Mattiatelli, spiega all’Adnkronos che durante la notte tra il 31 ottobre e il primo novembre «questi gruppi fanno fatture e riti diabolici». I riti «vanno dal bruciare immagini sacre ai sacrifici di animali. E questo è qualcosa di crudele e terribile. Ho avuto testimonianze dirette di queste cose. Di persone che frequentavano questi gruppi. Ho cognizione del fatto, anche se questo non vuol dire che tutti quelli che festeggiano Halloween abbiano contatti diretti con il satanismo».

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

In evidenza