La Polverini lascia Forza Italia. L’indiscrezione: è rimasta folgorata da Renzi

giovedì 3 ottobre 16:31 - di Mariano Folgori

Una nuova defezione colpisce Forza Italia– Si trata della deputata Renata Polverini.  “Questa mattina, in commissione Affari costituzionali, ho subito un grave atto di ostruzionismo”. La parlamentare punta l’indice contro il  capogruppo Sisto. Non avrebbe consentitoo, l’abbinamento della sua  proposta di legge sullo ius-culturae con quella della Boldrini. Sisto avrebbe utilizzato una«banale scusa». Ma sarebbe in reatà ostile all’iniziativa.

La Polverini si autosospende dal gruppo. «È la prima volta -spiega- che accade una cosa simile». È  del tutto «evidente che siamo di fronte al tentativo di affossare una legge. L’inziativa ha raccolto il consenso di altri autorevoli parlamentari del partito e non solo».

“Ritengo -continua la Polverini-la che questo atteggiamento ostruzionistico vada peraltro nella direzione contraria persino agli interessi di chi non è d’accordo con lo ius-soli visto che ampi strati dell’opinione pubblica e delle associazioni che seguono il problema della cittadinanza delle seconde generazioni stanno convergendo verso la mia idea di concedere la cittadinanza a chi ha compiuto un ciclo di studi nella scuola primaria”.

Secondo i soliti bene informati, la Polverini sarebbe in viaggio verso Italia Viva di Matteo Renzi.

In tal senso, viene interpretata la proposta della olverini sullo ius-culturae. Una proposta che piace al centrosinistra. Nei gorni scorsi, la parlamentare ha rilasciato una polemica intervista a la Repubblica.

“A questo punto -spiega- ritengo di dovermi autosospendere dal gruppo di Forza Italia alla Camera”. E ciò anche per avviare una “serena riflessione”.

Vale la pena ricordare che Renata Poleverini è una vecchia conoscenza della destra italiana. Dopo essere stata a lungo il segretario generale dell’Ugl, la Polverini ha ricpoerto la carica di presidente della Regione Lazio sotto la bandiera del centrodestra per poi diventare perlamentare di Forza Italia.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • AGOSTA GIORGIO 5 ottobre 2019

    Forza italia partito in estinzione per non essersi saputo rinnovare e, soprattutto, perchè Berlusconi non vuole mettersi da parte. Contento lui..

  • Giovanni Marchetta 5 ottobre 2019

    Un’altra bandierina che si gira come gira il vento

  • g.cattolico 5 ottobre 2019

    Perché Salvini non e’ credibile a questo elettorato moderato e anche cattolico?

    Perché non ha mai lavorato, a volte ha persino la barba in disordine. Il commerciante che votava convintamente Berlusconi può sostenerlo solo in assenza di altro e questo non giustifica l’inierzia ela sua impreparazione ad affrontare i problemi, ovviamente apprezzando i provvedimenti sulla sicurezza ma e’ poca cosa se si vede bene doveva fare di piu’ ma gli mancano le soluzioni e le rersone giuste idem con l’europa doveva assolutamente esserci invece di isolarsi.Certo e’ che e’ indispensabile e serve un centro destra per contrastare mediare e a volte fermare la deriva di idee di estreme di sinistra completamente atee e totalitarie in scelte farloccche quanto deleterie come l’assistemnzialismo a tutti i costi per tutti senza lavorare ma avendo solo diritti e pretese giustificandole con ogni mezzo possibile mistificazione di fatto la realta’ degli avvenimenti volti unicamente ad una una civilta’sempre piu’ laicista relativistica e alla deriva dei valori su cui si e’ fondata ed e’ nata la nostra costituzione e la democrazia occidentale…basata unicamente sull’ignoranza e sull’anarchia senza regole dove tutto e’ possibile nel suo nome.

  • G.CATTOLICO 5 ottobre 2019

    La Meloni parla bene ma poi al potere ( vedi regioni e comuni) e’ come salvini e

    berlusconi le soluzioni giuste non fanno mai nullla per cambiare la malagestione anzi

    fanno di peggio
    …siamo ben messi,vedi sardegna pastori nulla evete fatto idem sicilia

    lasciato

    tutto cosi’ al potere delle mafie e della mala gestione piemonte idem anzi avete votato

    una legge regionale per il doppio vitalizio..vergognaaa..la

    gente non vi votere’ mai piu’ attendera’ un altro partito di centro destra..che faccia

    veramente le cose e non sia inerte sempre inerte su tutte le cose da cambiare a partire

    dagli sprechi mai mai mai la destra ha tagliato vedi roma di un tempo atac in defici nulla (

    pare che la raggi abbia azzerato il debito atac e sia in attivo quest’ anno cosa che con il

    centro destra

    non succede maiiiii vergognatevi tutti)

    immondizia solo nuovi siti addirittura dove c’e’ l’acqua daiiii..incompetenti…. non si va’

    avanti cosi’ male…non vedete che state perdendo giustamente nei sondaggi a vista

    d’occhio e di maio trova e vediamo se lo fara’ 13 stati che accoglieranno i migranti e con

    voi il nullllla se succedera’ il centro destra dimostra per la millesima volta l’incapacita’ a

    governare e a trovare soluzioni per incompetenze e malaffare ripeto

    malaffare…pil con renzi +1,7 con il centro destra sempre -3,5 se non peggio daiiiii mettete

    dei competentiiiiiiiiiii..a gestire regioni e stato..daiii come

    dire il popolo non e’ cosi’ ignorante come pensate voiiii..non vi vota piuuuuuuuu’..

    • Francesco Storace 5 ottobre 2019

      ma quale legge per il doppio vitalizio?

  • Mattia A. R. 5 ottobre 2019

    Altra voltagabbana che, dopo aver sfruttato il patrimonio ideale e sociale del MSI e poi di AN, cerca di salvare la poltrona a qualunque costo. Purtroppo è in folta compagnia: una “bella” squadra di atleti, campioni di salto sul carro del (presunto) vincitore… Solo ominicchi privi di etica e di coerenza.

  • Pier Paolo Zaccanti 4 ottobre 2019

    Dopo la pessima conduzione, assieme Stefano Cetica, dell’UGL non credo che per Forza Italia sia una grave perdita. In quanto all’appartenenza della Polverini alla Destra, avendola purtroppo conosciuta personalmente come ex sindacalista Cisnal/Ugl, ho molti dubbi. Infatti basta vedere oggi i quali condizioni è ridotta l’UGL ed i suoi servizi collaterali ( Enas, Assocasa, Pubblico Impiego etc.).

  • CICCIO 4 ottobre 2019

    SI COMMENTA DA SOLA
    SI COMMENTANO DA SOLI CHI NEGLI ANNI LA SOSTENUTA SIA NEL SINDACATO E SIA NEL PARTITO AN

  • pippo 4 ottobre 2019

    ma non era stata fascista ? Fascista in eterno !!! Si cambia casacca ma si rimane fascisti .

  • Mario Masala 4 ottobre 2019

    Per comprendere bene chi sia la suddetta signora, un prodottino dei salotti televisivi e dei loro accoliti, sarebbe meglio conoscere, tra l’altro, anche un’approfondita inchiesta sviluppata da Marco Lillo per il Fatto Quotidiano nel 2010.
    Silenzio assordante di quasi tutti i media principali nonostante Lillo abbia portato alla luce, dati alla mano, un verminaio di codesta esemplare rappresentante delle istituzioni finita anche a ricoprire la carica di presidente della Regione Lazio !
    Ma si sa, la politica non è per tutti !

  • rocco 4 ottobre 2019

    Ma, non era nata fascista, ora cosa è ? Sarà poltronista !

  • Lorenzo Berna 4 ottobre 2019

    Occhio agli errori di battitura.
    Non fanno bene.

    • Francesco Storace 4 ottobre 2019

      ahimè

  • GIOVANNI TAGLIAFERRI 4 ottobre 2019

    Veramente, dagli interventi della Polverini nei vari dibattiti,naturalmente tutti contro Salvini,ho intuito che qualcosa covava sotto la cenere. Ormai non mi meraviglia più niente! Ricordo male,o non era Finiana questa traditrice? Italia Viva di Renzi, è un vero e proprio verminaio! Però, mi viene un altro dubbio,non è che l’ex Cavaliere l’ha mandata in avanscoperta? Ah,saperlo,saperlo!

  • Cristiano 4 ottobre 2019

    Una volta sola mi sono pentito amaramente di aver dato il mio voto a qualcuno. Bene, era alla Polverini. Persona che ha totalmente disatteso ogni aspettativa. Ha agito, con palese evidenza, sempre e solo “pro domo sua”. E qui ne dà trasparente conferma. E’ di politicanti così che NON abbiamo bisogno. Gente che viene “nominata” (con la copertura di facciata delle elezioni) per non rappresentare il Popolo. Adesso che l’ala protettiva di Berlusconi, per evidenti e svariati motivi, sta scemando, tutti cercano un rifugio sicuro. Ma, mi domando, come può uno, che ha sempre “sfruttato” la destra, andarsi a sedere vicino ad un Renzi? Io mi vergognerei. Ma io non faccio il politicante.

  • Carlos 4 ottobre 2019

    Il berlusca credi di potersi re incarnare in Renzi, e non è il solo… Me la vedo la Polverini alle prossime elezioni…

  • Francesco 3 ottobre 2019

    Antonio…tu parli-offendi nel tipico stile dx… forse la polverini vuol solo sentire… meno… cattiverie… come tantissimi italiani… credimi

  • Giuseppe Tolu 3 ottobre 2019

    Da questa proprio non me lo sarei mai aspettato, anche per le sue idee. Comunque, anche come dice il Sig. Antonio, bene che le zecche stiano nel loro habitat naturale

  • Antonio 3 ottobre 2019

    Bene vuol dire (se è vero) che nel Centro DX una ” ZECCA” in meno

  • In evidenza