La “Amerigo Vespucci” continua a portare in giro i valori della Marina Militare. Ed è sempre boom

giovedì 3 ottobre 9:03 - di Redazione

Ovunque si ferma è boom. La Nave Scuola Amerigo Vespucci è un sogno. La gente vuole vederla, spera di salirci sopra. Continua il suo giro. Nuova tappa, il porto di Ancona, da dove manca da tre anni, fino al 7 ottobre. Durante la sosta, la nave sarà ormeggiata alla banchina Uno. La banchina è dedicata a San Francesco, in occasione delle celebrazioni per gli 800 anni dalla partenza del patrono d’Italia dallo scalo anconetano verso la Terra Santa.

Amerigo Vespucci, la nave più bella del mondo

La “nave più bella del mondo”, come viene definita da molti, ha concluso il periodo di addestramento a favore dei 127 Allievi Ufficiali dell’Accademia Navale di Livorno. Per circa tre mesi hanno avuto la possibilità di veleggiare dall’Oceano Atlantico e Nord Europa fino al Mar Baltico. Ora la Amerigo Vespucci riprende a navigare per condurre l’ultima fase della Campagna d’istruzione.

I valori della Marina Militare

Il fine è quello di portare in giro per l’Italia i valori e la storia della Marina Militare. E vuole anche  rappresentare una delle eccellenze del nostro Paese. La campagna d’istruzione a bordo di Nave Vespucci ha rappresentato un elemento cardine nella formazione del personale della Marina Militare. Viene infatti impegnato in numerose attività didattiche e addestrative nell’ambito delle discipline marinaresche e della formazione etico-militare. L’obiettivo è far propri i valori di fedeltà, disciplina e senso del dovere. E acquisire l’importanza del lavoro di squadra, che caratterizza ogni marinaio

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

In evidenza