Il capo della polizia getta ombre su Luca Sacchi: non è un povero ragazzo scippato

venerdì 25 ottobre 15:34 - di Alessandra Danieli

Ombre su Luca Sacchi. Non bastavano le strumentalizzazioni politiche sull’omicidio del ragazzo freddato a Roma da una pistolettata per difendere la sua ragazza dall’aggressione di due scippatori. A qualche ora dal fermo dei due presunti assassini, il capo della polizia, Franco Gabrielli, getta ombra sulla vittima ventiquattrenne.

Il capo della polizia getta ombra su Luca Sacchi

«Gli accertamenti che l’autorità giudiziaria disvelerà, quando riterrà opportuno, non ci raccontano la storia di due poveri ragazzi scippati. Lo dico tenendo sempre ben presente, non vorrei essere equivocato, che stiamo parlando della morte di un ragazzo di 24 anni». Parole pesanti quelle di Gabrielli, che fanno capire che esiste una verità non detta sul profilo di Luca.

La pista della droga. La smentita della fidanzata

Parole che fanno riferimento alle polemiche seguite a caldo all’omicidio, la cui dinamica è ancora tutta da chiarire. Ma soprattutto alla pista della droga seguita dagli inquirenti, in base alla quale il movente della rapina potrebbe avere a che fare con uno spaccio fallito. Pista negata con forza dalla fidanzata di Luca Sacchi dai microfoni del Tg1. «La droga? Non centra niente»,  ha detto Anastasia Kylemnyk. «Luca era lì per guardare il fratellino piccolo che si trovava nel pub. Non ha mai incontrato gli spacciatori. Non ho visto e sentito nulla. Ho sentito solo la voce di un ragazzo romano e giovane. Mi ha detto “dammi sto zaino”. E Luca mi ha protetto come ha sempre fatto».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Amerigo 26 ottobre 2019

    Non conosco Gotham City, ma ho parecchi amici romani che vivono nel terrore e nell’ansia a causa della criminalità, a tutti i livelli, ed alla latitanza delle istituzioni. Queste ultime sono troppo occupate a mantenersi la poltrona per dedicare il loro tempo allo sfacelo in cui versa la Capitale d’Italia: poche altre città vivono l’abbandono di Roma: sporcizia, scippi, spaccio, servizi pubblici assenti perennemente…Ma la Raggi afferma, pinocchiescamente, che la colpa è sempre di altri, lei è perfetta, anche troppo per i romani!

  • Relop 26 ottobre 2019

    Gabrielli non è più adeguato a ricoprire quel ruolo ..

  • Gianfranco 26 ottobre 2019

    Ma lui dove vive!!!!
    Quanto fanno incazzare ad non accettare la realtà.
    Roma é, Roma é, Romaaaaa éééé GOTHAM CITY.
    Ho sentito alla televisione, ho pensato. I soliti comunisti di…. , che confondono le idee scambiando il padre eterno con il diavolo.
    UN ABBRACCIO AI GENITORI DI LUCA.

  • Nino 26 ottobre 2019

    Va a finire che i due delinquenti avranno le attenuanti perché il giovane ucciso cercava la droga o non voleva comperarla al prezzo richiesto.

  • Alberto Cavazzuti 26 ottobre 2019

    L’esternazione di Gabrielli mi pare intempestiva ed inopportuna essendo le indagini appena all’inizio. Forse cerca di parare la sua persona e la sua poltrona !!!

  • luc. 26 ottobre 2019

    gabrielli secondo me sta facendo il paraculo

  • Massimiliano 25 ottobre 2019

    Ha ragione il capo della polizia….Roma non è Gotham city….li almeno c’era Batman…

  • In evidenza