Fioramonti si ridicolizza da solo: mangia merendine e suona l’ukulele in diretta

martedì 1 ottobre 11:30 - di Gabriele Alberti

Tra una strimpellata e una merendina va in scena Lorenzo Fioramonti, neo ministro dell’Istruzione, ospite a Un Giorno da pecora. Dà il peggio di sé,  uno spettacolo comico piuttosto indecoroso per un ministro. La trasmissione condotta da Geppi Cucciari e Giorgio Lauro, certo, è ironica, ma c’è un limite a tutto. Preso in giro per la sua proposta di tassare le merendine per finanziare l’aumento degli stipendi degli insegnanti, i conduttori,  gli hanno così portato un vassoio pieno di merendine. Fioramonti si è messo a mangiarne una, tra le risate generali. Che serietà. «Questo è peggio di Toninelli», aveva stigmatizzato Giorgia Meloni a proposito dell’uscita del ministro contro il crocifisso nelle aule scolastiche. Salvini aveva di seguito infierito: «Ma questo è un ministro o un comico?». Siamo veramente alla frutta. E infatti durante la trasmissione Fioramonti aveva portato due mele verdi e le ha offerte ai conduttori.

Sbocconcellando la merendina il ministro ha poi discettato di merendine:  «Probabilmente nessuna di queste merendine che mi avete offerto verrebbe intaccata dalla tassa, perché stiamo parlando di prodotti ad alto contenuto zuccherino, in particolar modo confezionati. Quindi probabilmente nessuna di queste ne farebbe parte. Le merendine nel mirino sono quelle che al supermercato sono ad altezza di bambino». Il peggio doveva ancora venire.  Poco dopo in trasmissione il ministro è stato invitato a suonare l’ukulele e lui ha accettato. «Non sono io, è mio figlio a suonarlo», spiega a Giorgio Lauro, il quale gli spiega: «È stato Gianrusso a dircelo…». Tra un ukulele e una merendina è andato in scena un ministro più adatto al cabaret. Anzi, a un cabaret di bassa lega.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Sergio Recchi 1 ottobre 2019

    Salvini ha detto giustamente che il ministro è un comico. Bsta così!

  • Giuseppe Malaisi 1 ottobre 2019

    questo l’ukulele quell’altro con la chitarra devono trovare solo quello che canta……

  • In evidenza