Fico deve rispettare quei poliziotti assassinati e non “rimasti uccisi”

lunedì 7 ottobre 13:49 - di Francesco Storace
Roberto Fico

Sono stati ammazzati, Fico, e non “rimasti uccisi”, quei due ragazzi in divisa. A Trieste c’è stato un brutale duplice omicidio, non un incidente stradale, signor presidente della Camera. Ma il rispetto, se non ce l’hai come valore, non puoi manifestarlo.

Che vergogna questo numero uno di Montecitorio che vale davvero zero nella società, scossa molto più di lui dalla violenza cieca e feroce perpetrata nella questura del capoluogo giuliano.

Parole scritte senza vergogna

Ancora adesso, a tre giorni dalla mattanza di venerdì sera, le parole senza vergogna della terza carica dello Stato stanno ancora lì, appese a Facebook e a Twitter. Roba da brividi. “Una terribile notizia da #Trieste. Sono vicino alle famiglie dei due poliziotti rimasti uccisi. A loro e al capo della @poliziadistato esprimo tutto il mio cordoglio”. Ma che bravo, Roberto Fico. “Rimasti uccisi”. E non si vergogna, ne’ lui ne’ il suo folto staff. Non tolgono quell’obbrobrio dalla rete, non lo sostituiscono con una frase meno indegna, e si beccano la meritata sequela di insulti sui social. Anche se i media non se ne sono accorti.

Perché ad una carica istituzionale di quel livello non si può consentire uno svarione del genere. Quei due ragazzi, ammazzati da un delinquente, non meritano l’oltraggio di chi sta al vertice dello Stato. Che sembra quasi temere – questo Fico – che si parli troppo dello straniero omicida.

Fico, terza carica dello Stato…

Purtroppo è la triste cultura che si sta affermando in certa Italia e per fortuna c’è una società migliore di Fico. La politica – lo statista… – corre a scrivere un post e manco si rende conto (speriamo) della sciocchezza che pubblica. E l’istinto di questi peggiori esemplari della sinistra italiana- perché questo sono anche se si chiamano Cinquestelle – li  porta come al solito a sbattere dalla parte sbagliata.

Il presidente della Camera pubblichi ora un post di scuse, si rivolga con dolore sincero alle famiglie dei Caduti e chieda certezza della pena per il delinquente dominicano che ha ammazzato i due agenti.

Basta con gli equilibrismi.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • valter cervelli 23 ottobre 2019

    L’unica cosa buona che potrebbe fare questo imbecilli di fico è impiccarsi

  • Rodolfo 23 ottobre 2019

    Un comunista resta tale e i 5 stelle son un’accozzaglia di rossi in libera uscita.

  • Enrico Buzzone 7 ottobre 2019

    che il caro fico secco era già stato insultato per altre stronzate fatte dalle mani in tasca ad una festa di stato e poi per aver dedicato una festa ai musulmani, come può un essere così meschino essere un personaggio dello stato, dire di vergognarsi non basta dovrebbe dimettersi all’istante prima del subito.

  • Francesco Ciccarelli 7 ottobre 2019

    Questi omicidi mi sembrano premeditati come un attacco terroristico.

  • Giuseppe Tolu 7 ottobre 2019

    Ben detto Direttore!

  • In evidenza