Ennesima aggressione contro un medico in ospedale. Stavolta a Sassari

mercoledì 2 ottobre 17:22 - di Redazione

Ennesima aggressione in un ospedale. Stavolta è accaduto a Sassari. Nel reparto di Medicina dell’ospedale civile Santissima Annunziata.

Un uomo, che già in precedenti ricoveri aveva aggredito i medici dei reparti nei quali era stato ricoverato, la mattina scorsa si è scagliato contro un dirigente medico in servizio.

Non è la prima aggressione nell’ospedale

L’episodio si aggiunge alle 15 aggressioni verbali e 5 fisiche registrate al Pronto soccorso da luglio”. Lo segnala l’Azienda ospedaliero universitaria.

Alla base dell’aggressione la pretesa del paziente di rimanere ricoverato in reparto. Secondo la relazione presentata alla direzione sanitaria il medico avrebbe comunicato all’uomo le dimissioni in giornata.

La decisione non è piaciuta al paziente si è scagliato contro il medico, colpendolo con pugni sul viso e alla testa. Per le cure il sanitario è ricorso in Pronto soccorso.

Interrogazione di FdI sul fenomeno

Come si ricorderà, recentemente vi sono stati altri casi di aggressione a sanitari. Gravi episodi di violenza che hanno coinvolto il personale medico-sanitario dell’Ospedale di Latina e di Fondi.

Per questo il senatore di FdI Nicola Calandrini ha presentato un’interrogazione al ministero della Sanità affinché intervenga prontamente per scongiurare il ripetersi di altre aggressioni a chi lavora in ospedale.

“Alla luce del Protocollo ministeriale del 2005 – spiega Calandrini – sarebbe importante conoscere se il ministero abbia attivato le procedure previste per individuare le cause. Ad esempio quali misure sono state prese per evitare il ripetersi di altri casi simili. In tal senso, è necessario ricordare che il Presidio di Pubblica Sicurezza dell’ospedale di Latina lamenta diverse criticità”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza