Donazzan denuncia: Rom irrompono in una scuola e minacciano studenti

mercoledì 2 ottobre 18:57 - di Redazione

Un altro episodio di violenza con Rom protagonisti. Lo denuncia Elena Donazzan: ”Trovo gravissimo l’episodio di violenza verbale verificatosi ieri a San Giorgio in Bosco, in provincia di Padova. Qui due Rom sono entrati senza alcuna autorizzazione nella scuola primaria Dante Alighieri per minacciare verbalmente, per futili motivi, due giovanissimi ed indifesi studenti”. Così l’Assessore regionale all’Istruzione del Veneto, Elena Donazzan, ha stigmatizzato l’episodio di violenza verbale dei Roma a due studenti avvenuto ieri.

”Siamo di fronte ad una vera e propria spedizione punitiva da parte di una famiglia Rom per difendere un loro caro – prosegue la Donazzan. Situazioni come queste rappresentano un grave precedente, una minaccia che va condannata con fermezza per prevenirne strascichi o reiterazioni”. Continua Donazzan sulla spedizione dei Rom: ”I minori a difesa dei quali è scattata questa ritorsione meriterebbero allontanati dalla famiglia, dimostratasi violenta e diseducativa. Se degli italiani si comportassero così per un proprio figlio o nipote, probabilmente un assistente sociale interverrebbe subito e con decisione”. ”La violenza va sempre condannata, nella scuola ancor di più: quando però, come in questo caso, ha come vittima dei minori indifesi, ci si aspetta dallo Stato punizioni esemplari e in tempi certi”.

L’assessore veneto ha aderito a Fratelli d’Italia

Poche settimane fa Elena Donazzan ha aderito a Fratelli d’Italia. Giorgia Meloni lo ha definito «un ritorno a casa». Elena Donazzan è una storica esponente della destra veneta, un passato da militante giovanile e un presente da eletta di lungo corso. Il passaggio è stato ufficializzato in una conferenza stampa, che è stata prima di tutto l’occasione per ribadire l’impegno del partito sui temi del lavoro e del sostengo all’impresa. Donazzan è al terzo mandato come assessore regionale in Veneto. Ha le deleghe al Lavoro, alla Formazione, all’Istruzione e alle Pari opportunità. FdI ha deciso di metterla alla guida del Dipartimento lavoro e crisi aziendali.

Donazzan alla guida del Dipartimento crisi aziendali

Il dipartimento, ha spiegato Meloni, è «una novità: non credo che esista un altro partito in Italia che abbia un dipartimento dedicato alle crisi aziendali». Eppure si tratta di un tema caldissimo: al Mise – ha ricordato la leader di FdI – sono aperti 160 tavoli di crisi dei quali l’opinione pubblica conosce solo i dossier più corposi (Alitalia, Whirlpool, Blutec, Mercatone Uno, Pernigotti). Ma le vertenze riguardano circa 200mila lavoratori. Donazzan in questo senso porta l’esperienza specifica del suo assessorato, che ha dotato il Veneto, unica regione in Italia, di un’unità di crisi sulle aziende a rischio chiusura. «Un partito che vuole guardare al bene del Paese – ha sottolineato la stessa Donazzan – si deve preoccupare di questo».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza