Conte vuole la Turchia in Europa e se ne frega del rischio di islamizzazione

mercoledì 16 ottobre 6:00 - di Francesco Storace

Un fanfarone, questo premier, che nulla farà per frenare la Turchia che invade, spara, ammazza.

Giuseppe Conte, con tutti i misteri che si porta appresso, deve avere nella sua collezione occulta uno speciale rapporto anche con Ankara, perché altrimenti non si spiegherebbero prese di posizione e balbettii incomprensibili. Ieri è arrivato a dire che “dobbiamo persuadere la Turchia a rinunciare” alla opzione delle armi, “l’esercito turco deve tornare indietro”. Roba da far commuovere Erdogan.

Dall’inane presidente del consiglio e dai suoi colleghi europei ci aspettiamo invece una cosa ben precisa: stracciare a coriandoli la richiesta turca di adesione all’Unione europea. Ci ricattano, vogliono islamizzarci, seminano terrore e noi ce li dovremmo prendere. E ditelo questo no, ditelo fragorosamente, senza paura.

Quando Delmastro scoprì le manovre del governo pro Ankara

Invece non lo pronunciano. Nemmeno Salvini riuscì a convincere Conte, che proprio sulla questione dell’adesione circa alla Ue fece fesso il leghista, per il tramite dell’allora ministro Paolo Savona. Fu Andrea Delmastro, deputato di Fratelli d’Italia, a scoprire a febbraio scorso che nella relazione programmatica sulle attività dell’Italia in Europa c’era qualcosa di troppo. “La strategia di allargamento verso i Balcani Occidentali e la Turchia rappresenta, secondo il governo, uno strumento politico essenziale”. Pagina 139. Quella pagina non è stata strappata.

Anche la Meloni denunciò, dall’opposizione, il grave pronunciamento del governo gialloverde. Ma nessuno fiatò, né Di Maio, né Salvini, fatta salva qualche dichiarazione senza effetti pratici. Logico che ora, libero dalla Lega, Conte possa finalmente dire quello che pensa e andare avanti lungo la strada preconizzata in quel documento.

Certo, la guerra fa paura, ma gli affari sono affari. E ieri, nel pieno della caccia all’uomo contro i curdi, la maggioranza Pd-Cinquestelle non si è vergognata nel bocciare una risoluzione di Fdi. Il documento chiedeva di chiudere per sempre il dossier di adesione della Turchia all’Europa. Erdogan può ancora contare sull’amico italiano in Europa.

Se entra la Turchia, sarà musulmano il più grande paese europeo

Con il Pd a suo sostegno, Conte potrà fare come vuole. E se lui e quelli lui non la smettono di sbaciucchiare Ankara, di qui a qualche tempo ci ritroveremo in un’Europa il cui paese più grande sarà musulmano. E’ il sogno di chi punta all’islamizzazione del Continente. E’ la strategia di Erdogan. Sarà la conseguenza di una classe dirigente pusillanime, incapace di vedere oltre il proprio naso nella tutela dell’interesse nazionale.

Nel frattempo, si moltiplicano le dichiarazioni, ma si contano i morti. L’Occidente appare inerte, l’Unione Europea un fantasma, un popolo rischia di essere sterminato dalle truppe ammassate lì dalla Turchia. Proprio in Europa c’è il paradosso peggiore. In casa, ognuno chiedere che l’Unione parli con una sola voce. A Bruxelles ognuno pretende di agire da solo. Intanto Erdogan continua ad agire indisturbato con la sua micidiale prepotenza.

Ce ne accorgeremo anche noi quando la Turchia busserà alla nostra porta con il suo carico di terrore. Abbiamo lasciato libero Erdogan di minacciare violenze sulle nostre donne per far nascere e crescere qui milioni di musulmani, mentre l’Italia ufficiale si limitava a sorridere alla battutona. Era semplicemente la sincera volontà di dominio di un mondo che resta ostile alla civiltà europea. Non bisogna dimenticarlo mai. Purtroppo governa Giuseppe Conte.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giuseppe Forconi 11 novembre 2019

    Leggo e rileggo, ascolto e riascolto, ma non riesco a capire con che cervello questi NON ELETTI ragionano. Sono italiani o sono dei strani bozzoli arrivati da qualche altro pianeta? Con che coscienza la sera chiudono gli occhi e sono capaci di dormire sogni beati ? Che diavolo di virus ha morso questa gente ? Franceschini, Conte, Merlo, Saviano, Bonino, Prodi, Mattarella, Gentiloni, Francesco, Di Maio, Zingaretti, Renzi e tutti gli altri 300 o 600 seduti su quelle poltrone che si grattano la pancia….. ma sono italiani o extraterrestri? Avete una risposta?

  • Giuseppe Forconi 19 ottobre 2019

    Ecco chi sono i governanti italiani “NON ELETTI DAL POPOLO”, non solo non sono stati eletti ma mettono a repentaglio lo stesso Paese. Costui vuole la Turchia nella UE, e la UE sta a guardare o sogna altre stronz….? Chi lo puo’ tacciare di imbecille per tali decisione? Stiamo forse parlando di paffute miliardarie bustarelle? Altrimenti non si spiega. Costui sa’ perfettamente che una volta dentro solo una bomba atomica potra’ rimuoverlo, cosa dovranno fare gli italiani sani di mente?????……. andarsene e lasciare che satana distrugga il tutto. Cosa fara’ e dira’ il grande prete bianco? Cerchera’ di convertirlo o verra’ convertito? Tanto da quello che si vede e si sente, costui adora piu’
    l’islam della sua che professa con pochissima volonta’. Certo che si vedono all’orizzonte dense e nere nubi. Povera Italia e perche’ no, povera Europa.

  • franco 17 ottobre 2019

    è solo vigliaccheria dell’Europa,nessuno pensa più a una Turchia europea.

  • antonio 17 ottobre 2019

    ma chi è Conte? solo in Italia un signor nessuno può essere presidente del c.m.

  • GIUSEPPE NISTICO' 17 ottobre 2019

    l’ Italia ben conosce i Turchi ,nelle varie fasi della Storia il ns paese si è confrontato
    anche militarmente con i turchi, col passare degli anni un paese che sembrava laico si è radicalizzato, non ci scordiamo il massacro del popolo armeno , è l’attuale presenza dei fratelli mussulmani, l’Italia deve stare attenta al disegno di mussulmanizazione dell’Europa che parte dal nostro paese, e con il governo che invia e vende armi alla Turchia non penso che ci sarà una grande resistenza, in special modo nella richiesta di entrata della Turchia nella NATO:

  • FAUSTO 16 ottobre 2019

    NO ALLA TURCHIA IN EUROPA. RICORDIAMO LE PREVISIONI E LE DENUNCIE DI ORIANA FALLACI. ABBIAMO BISOGNO DI UN PRINCIPE EMANUELE FILIBERTO DUCA D’AOSTA CHE FERMO I TURCHI ALLE PORTE DI VIENNA. L STORIA DOVREBBE INSEGNARE QUALCOSA. LA GERMANIA HA PAURA DEI TURCHI PERCHE IN GERMANI LA COMPONENTE TURCA E’ RAGGUARDEVOLE.
    BASTA IMMIGRAZIONE BSTA VENDERE L’ITALIA AGLI STRANIERI. L’INNO ITALIANO DECLAMA ” NON PASSA LO STRANIERO” CANTIAMO E RICORDIAMO IL NOSTRO INNO

  • Piero Volpiano 16 ottobre 2019

    Il problema che provoca la presenza della Turchia non è l’islam ma l’illiberalità delle sue istituzioni che però è uguale a quello delle istituzioni ungheresi che Orban teorizza di democrazia illiberale, oppure degli orientamenti dell’attuale governo polacco che sarà pure cattolico ma ha qualche insofferenza alle istituzioni liberali.

  • Agostino Rossi 16 ottobre 2019

    Ma che c`entra la Turchia con l`europa? Conte é un imbecille a prescindere e lo sappiamo tutti, ma odiare cosi`l`Italia questo non lo credevo, vuole islamizzare l`europa, vuole piu` tagliagole, stupratori, spacciatori in Italia come se non ne avessero importati abbastanza povera nostra amata Patria, speriamo di levarcelo dai coxxioni il piu`presto possibile, un obbrobrio

  • Sandro Cecconi 16 ottobre 2019

    “Purtroppo governa Giuseppe Conte.”

    No, lui è solo un prestanome di qualcun altro che governa. Basterebbe guardarsi intorno per comprenderlo, a partire dall’altra sponda del Tevere e parlo da credente che rifiuta in modo viscerale l’attuale vicario, scritto minuscolo volutamente, di Cristo in terra e con lui la gran parte dell’attuale classe politica italiota e beota che di dirigente non ha proprio nulla. Pertanto prendo in prestito la definizione di Del Mastro su Erdogan per descrivere questo individuo: è solo un nano travestito da PdC. E con lui sono tutti gli altri nanetti che conosciamo molto bene, diciamo un buon 90% guardando i sondaggi sulle intenzioni di voto.

  • Giancarlo 16 ottobre 2019

    Dobbiamo contrastare con tutte le nostre forze e con tutti i mezzi a nostra disposizione chi vuole decidere le sorti del nostro paese senza che nessuno glielo abbia chiesto.

  • Giuseppe Forconi 16 ottobre 2019

    Purtroppo Conte o va a cena con Erdogan o non ha capito nulla del satanismo che questo personaggio nasconde. Innanzi tutto geograficamente parlando la Turchia e’ in medio oriente e non in Europa. Poi come potra’ Conte risolvere il problema una volta che l’Italia diventera’ parte dell’islam quindi schiavizzata a loro? Fategli leggere o parlare con chi e’ caduto nella loro trappola e non riesce ad uscirne se non morto. Altra soluzione e’ quella di andare ad elezioni e sbatterlo/i fuori dai marroni e salvare l’Italia. Amen.

  • In evidenza