Brunetta affossa la manovra tassa e spendi: “Ci sono errori da matita blu”

domenica 6 ottobre 18:18 - di Eugenio Battisti

Brunetta affossa la manovra. “La Nadef  (Nota di aggiornamento al Documento di economia e finanza, ndr) contiene errori da matita blu”. La sonora bocciatura arriva dal capogruppo di Forza Italia alla Camera, per il  dimostra “in pieno l’endemico orientamento tassa e spendi della sinistra, attenta solo a finanziare la spesa corrente e che mai pensa a investire per le generazioni future”. Brunetta affida a Twitter le sue critiche tranchant sul documento prodotto dal Conte bis.

Brunetta affossa la manovra “tassa e spendi”

“Di tutte le proposte fantasiose scritte nella Nadef – aggiunge Brunetta – quella sullo spread è sicuramente una delle più stravaganti. Utilizzare i risparmi sullo spread, una mancata uscita corrente, come un’entrata”. Per il deputato azzurro, “la Nadef non ha un’anima, contiene misure poco impattanti sulla vita delle famiglie e costose per le casse dello Stato”. Insomma contiene errori macroeconomici, finanziari e contabili, vanta infine venature ideologiche, come quella sull’evasione.

La lotta all’evasione è un bluff

Quanto alla lotta all’evasione, “a nulla serve effettuare una caccia agli evasori per recuperare gettito se poi questo gettito (molto presunto e irrealistico), stimato in 7 miliardi, viene utilizzato per aumentare la spesa pubblica e non per diminuire le tasse, come un sano principio di responsabilità richiederebbe” chiosa Brunetta. E ancora: “Il gettito proveniente dalla lotta all’evasione è incerto, aleatorio e poco credibile,  twitta il deputato, ” semmai la Commissione Ue dovesse accettare queste coperture alla manovra, richiederebbe al governo di inserire una nuova clausola di salvaguardia sul deficit, da far scattare il prossimo anno”. Morale: “Il Governo aumenta il #deficit del 2% in tre anni per produrre un aumento del Pil soltanto del +0,4%. In pratica investe più di 30 miliardi di euro per crearne poco più di 5. Nessun investitore ragionevole farebbe mai un investimento del genere”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza