Antisemitismo, Berlusconi zittisce la Carfagna: «Non ti consento di darmi lezioni su Israele»

giovedì 31 ottobre 16:53 - di Michele Pezza
Berlusconi

Non ci sta Silvio Berlusconi ad essere sospettato di antisemitismo. L’astensione dei senatori del centrodestra, “forzisti” compresa, sulla mozione Segre non può in nessun caso essere strumentalizzata in tal senso. Lo ha detto chiaramente anche Riccardo Pacifici, ex-presidente della comunità ebraica di Roma. A maggior ragione non può essere utilizzata a fini di polemica interna. Berlusconi non fa nomi, ma è chiaro il riferimento alle parole assai critiche pronunciate da Mara Carfagna subito dopo il voto.

Berlusconi difende l’astensione di FI sul “testo Segre”

«Considero profondamente offensivo il solo fatto di mettere in dubbio la nostra coerenza su questa materia», recita una nota vergata di proprio pugno da Berlusconi. «La nostra posizione e il mio personale impegno contro l’antisemitismo e a favore di Israele e del mondo ebraico – vi si legge – sono una costante in 25 anni di storia politica». Una coerenza che l’ex-premier rivendica a tutto tondo.

«Il nostro governo – ricorda – è stato quello più vicino ad Israele e di questo mi è stato dato atto in diverse occasioni dal primo ministro di Israele e dalle comunità ebraiche nel mondo». Non solo. I governi del centrodestra sono stati quelli che spesso sono intervenuti in sede europea per «bloccare risoluzioni ostili o non corrette nei confronti di Israele».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Sergio 3 novembre 2019

    Bastava che Berlusconi spiegasse ai suoi il motivo dell’astensione senza poi criticare chi era nel giusto. L’ha detto anche Tajani che è stato un errore.

  • FrancoPrestifilippo 1 novembre 2019

    Una giusta e veriteria presa di posizione.

  • eddie.adofol 1 novembre 2019

    Bravo Silvio questa sta cercando rogna sarebbe il caso di cacciarla da Forza Italia, si sta comportando come tutti i napoletani, vogliono la botte piena e la moglie ubriaca e il portafoglio anche. Questa è attratta dal PD e da Fico se non da Renzi, valle a capì le donne specialmente poi se sono napoletane. PRIMA GLI ITALIANI VERACI poi se ci avanza gli antitaliani.

  • Oreste Ricci 1 novembre 2019

    È ora che la Carfagna con i suoi amici se ne vada con Renzi e smetta di criticare tutti e tutto .

  • In evidenza