A Roma si nega una strada ad Almirante. Ma ne vogliono dedicare una a Stefano Cucchi

sabato 19 Ottobre 14:34 - di Redazione

Roma nega una strada al segretario del Movimento Sociale Italiano, Giorgio Almirante. Ma poi si vuole intitolare una via di Roma a Stefano Cucchi. A dieci anni dalla sua morte la proposta verrà trattata nella prossima riunione della commissione capitolina toponomastica. L’incontro che si terrà nel mese di novembre. Si tratta del proseguimento dell’iter d’Aula avviato dall’assemblea capitolina nella scorsa consiliatura.

Una via a Stefano Cucchi

Lo scorso anno la giunta dell’VIII Municipio guidata da Amedeo Ciaccheri ha approvato una mozione per dedicare una strada del quartiere Garbatella e Ostiense a Stefano Cucchi. «In questo modo, oltre a esprimere tutta la vicinanza nostra e del territorio alla famiglia di Stefano, vogliamo far in modo che quanto accaduto non venga mai e poi mai dimenticato», ha spiegato il minisindaco. Una scelta condivisa con la sorella di Stefano, Ilaria Cucchi.

Il no di Giovanardi

Ma non tutti condividono la proposta. Più volte Carlo Giovanardi si è mostrato contrario all’ipotesi di intitolare una strada a Cucchi. «È vero – ha spiegato qualche giorno fa – quando hanno tentato di farlo mi sono opposto. Una strada può essere intitolata solo ai benemeriti di una nazione. Ora, con tutto il dolore di una vicenda del genere, verso la quale sono solidale con la famiglia, dire che Cucchi sia come Garibaldi o Cavour mi sembra esagerato. Vittima della droga, vittima delle circostanze, magari vittima dei carabinieri, vedremo al processo, ma benemerito della nazione no».

Giovanardi prosegue: «In Italia queste cose sono largamente condivise dall’opinione pubblica però i media sono invece orientati. Poi arrivano i film, c’è Sanremo, Venezia, tribune mediatiche gigantesche, dove purtroppo carabinieri e polizia non trovano mai spazio ma trova sempre spazio chi li accusa. I film su Cucchi li fanno, i film sui carabinieri accusati ingiustamente e sulle tragedie delle loro famiglie non li fa nessuno».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *