Un murale ridicolizza le “tre grazie” Zingaretti, Conte e Di Maio (benedette da Renzi)

venerdì 6 settembre 10:12 - di Robert Perdicchi

Conte, Di Maio e Zingaretti come Aglaia, Eufrosine e Talia, le Tre Grazie immortalate sulla tavola dipinta nel 1503 da Raffaello Sanzio. TvBoy, l’artista di strada che si è fatto largo per le sue performance pittoriche estemporanee, ha colpito ancora e nel centro di Roma, in piazza Capizucchi, a pochi metri da Botteghe Oscure e dal Teatro Marcello, questa mattina è ben visibile un murale che ritrae i tre azionisti del nuovo governo Pd-M5s nelle fattezze raffaellite che, pomo in mano, sono sovrastati da un sorridente cupido interpretato da Matteo Renzi.
Nello sfondo del murale sono evidenti due cuori, uno giallo e l’altro rosso. Naturalmente. TvBoy (pseudonimo di Salvatore Benintende, street artist palermitano, esponente del movimento NeoPop), non è nuovo a queste incursioni artistiche che hanno come soggetto i politici o i protagonisti di avvenimenti legati alla cronaca e alla storia. Papa Francesco e Francesco Totti, Pep Guardiola o Josè Mourinho, Donald Trump e Berlusconi, Erich Honecker e Leonid Brezhnev, Carola Rackete e Virginia Raggi, Leonardo da Vinci e la Monna Lisa, sono stati i soggetti delle sue apprezzate opere stradali, tappe espressive di una carriera ormai molto affermata, iniziata nella seconda metà degli anni novanta.
Ma l’installazione che lo ha reso famoso (poi rimossa poco dopo l’affissione nel marzo dello scorso anno in piazza del Collegio Capranica, a pochi passi da Montecitorio e palazzo Chigi) è stato il bacio tra Matteo Salvini e Luigi Di Maio, che suggellava l’accordo politico tra Lega e M5s per la formazione del governo gialloverde.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi