Sondaggio Ixè: Conte, Salvini e a sorpresa la Meloni supera Di Maio e Zingaretti

mercoledì 11 settembre 13:43 - di Federica Argento

Giorgia Meloni supera Di Maio e Zingaretti nella fiducia nei leader politici. Dati interessanti e sorprendenti  arrivano dall’istituto demoscopico Ixè, che realizza regolarmente rilevazioni per la trasmissione di Raitre Cartabianca. Le intenzioni di voto questa settimana tendono a confermare le tendenze delineate la scorsa settimana, con la Lega, primo partito, sulla stabile soglia del 30%, seguita da Pd (22,6%) e M5S (22%). Nei giorni della fiducia del governo alla Camera e al Senato, si consolida  la fiducia nel primo ministro: il gradimento di Conte sale a quota 49% e stacca Salvini (32%). Ma nel centrodestra spiccano il successo personale della Meloni e la crescita FdI, unica forza del centrodestra ad accrescere i consensi.
La fiducia degli italiani nei confronti dei leader politici premia una Giorgia Meloni in grande ascesa, sotto il profilo individuale sia politico: la “classifica” vede il premier Giuseppe Conte al 49 e Salvini al 32 per cento. Seguono quindi la leader di Fdi Giorgia Meloni con il 28 per cento, il capo politico del M5S Di Maio, al 27 per cento, e il segretario del Partito Democratico Zingaretti, anche lui al 27 per cento. Su un livello ancora più basso l’ex premier Berlusconi, al 19 per cento.  Per quanto riguarda le intenzioni di voto ai partiti  vediamo nell’ordine: Lega, Pd, M5S, Fratelli d’Italia, Forza Italia e La Sinistra).

Cresce solo FdI nel centrodestra

La Lega si conferma saldamente primo partito con il 30 per cento dei consensi, in linea con il dato che lo stesso istituto aveva rilevato una settimana prima. Restano staccati di circa 8 punti i principali avversari del Carroccio. Il Partito Democratico viene segnalato al 22,6 per cento. Il Movimento 5 Stelle al 22. Sale di mezzo punto Fratelli d’Italia, che è ora al 7,9 per cento. Forza Italia al 7,4. Grosso modo stabile il consenso degli ultra europeisti e liberali di +Europa al 4,2 per cento. La Sinistra infine al 2,5%

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi