Saviano più velenoso che mai con Salvini: nel botta e risposta social stavolta esagera davvero

sabato 7 settembre 15:12 - di Redazione

Neppure sfilando sul red carpet della Mostra di Venezia Roberto Saviano riesce a rubare la scena come quando interviene a gamba tesa sui social. Se poi il suo interlocutore è Matteo Salvini, che scatena nell’ìautore di Gomorra l’acredine più convinta e la furia polemica più pervicace, allora il successo della irriverente sortita online è garantita. E la pubblicità con cui corroborare la sua immagine di intellettuale disorganico che si fionda lancia in resta contro il nemico di turno, pure…

Prosegue il botta e risposta “social” Saviano-Salvini-Saviano

E così, continua strenuamente il botta e risposta tutt’altro che social tra l’ex ministro degli Interni e lo scrittore napoletano: solo ieri, dopo le parole di Saviano sulla legalizzazione della cocaina, sparate dal pulpito veneziano dove ha partecipato da protagonista alla presentazione della serie tratta dal suo romanzo ZeroZeroZero, l’ex Ministro dell’interno lo aveva definito «pericoloso». Poteva mai l’autore di Gomorra lasciare al leader leghista l’ultima parola? Non sia mai detto: e poi perché sprecare l’occasione utile di infierire su Salvini in un momento come questo, in cui dire che il numero uno del Carroccio è sotto attacco quasi più di prima, di quando era saldamente alla guida del Viminale, è dire poco… E così, giù con la replica piccata di turno: «Cerca solo attenzione», come se all’8 agosto ad oggi non si parlasse abbastanza di lui…

L’ex ministro: «Pericoloso». Lo scrittore: «Cerca attenzione»

E così, tanto per minimizzare sull’inquietante messaggio lanciato dall’autore partenopeo con il suo ultimo lavoro, amplificato addirittura dalla fiction: quello, per chi se lo fosse perso, secondo cui a detta di Saviano l’unica soluzione possibile per frenare i traffici illeciti di cocaina, sarebbe legalizzarla. Più precisamente: «La legalizzazione potrebbe interrompere la massa di guadagni infiniti ma cambierebbe l’economia, chiuderebbe i pozzi di petrolio delle organizzazioni criminali che attraversano però il mondo legale», ha dichiarato il guru dei buonisti sulla legalizzazione della polvere bianca. Come noto, a stretto giro, Salvini ha indirettamente risposto allo scrittore napoletano postando un generico «La cocaina ti attiva con il mondo… questo è pericoloso»!!! La contro-replica non si è fatta attendere: «Eccolo tornato a pietire per un po’ di attenzione. A breve comincerà a promettere di togliermi la scorta, poi dirà che non è di sua competenza. Si rassegni l’ex #MinistrodellaMalaVita, è il potere a pretendere attenzione, non chi lo ha perduto, peraltro in maniera ridicola». E anche l’ultima bordata al vetriolo è postata. E l’immagine da duro e puro pronto a scagliarsi contro il nemico pubblico numero uno di turno, difesa a suon di like…

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giuseppe Tolu 8 settembre 2019

    Prima o poi tutto il veleno che sta sputtando da anni se lo ingoierà di nuovo, e non credo proprio sia immune dal suo stesso veleno, tanta è la sua cattiveria.

  • NESTOREn 8 settembre 2019

    sAVIANO VAI IN LIBIA A NUOTO.

  • In evidenza