Rizzetto (FdI), «La gravità della vicenda Whirlpool squalifica Di Maio». Ecco perché

20 Set 2019 10:43 - di Redazione
I dipendenti in crisi della Whirlpool, ormai alla disperazione, sono arrivati addirittura a rivolgersi a San Gennaro: e in effetti, per la gravità del caso, giusto un miracolo può aiutarli a salvare il proprio posto di lavoro. Fin qui, infatti, l’ex ministro dello Sviluppo economico ha mancato di attenzione e di risolutezza riguardo la vicenda, tanto che oggi, tra gli altri, anche il capogruppo della Commissione Lavoro per Fratelli d’Italia, Walter Rizzetto, esaminando il caso e nel sottolineare la gravità della vicenda, non può che chiamare in causa l’ex ministro del Lavoro.

Rizzetto, FdI: il dramma dei lavoratori Whirlpool squalifica Di Maio

«La grave vicenda che coinvolge la Whirlpool squalifica quanto fatto dall’allora Ministro dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio, che non ha monitorato l’attuazione dell’accordo siglato nel 2018 con una società che si è dimostrata sin dall’inizio non affidabile – ha sostenuto in una nota sulla crisi aziendale l’esponente di Fratelli d’Italia –. Adesso l’obiettivo prioritario è quello di tutelare i più di 400 lavoratori coinvolti. Ho presentato una risoluzione in commissione Lavoro alla Camera per impegnare il governo Conte bis ad istituire uno specifico tavolo negoziale tra le parti sociali e la proprietà aziendale per salvaguardare gli attuali livelli occupazionali dello stabilimento Whirlpool di Napoli – ha quindi concluso Rizzetto – anche nel caso dovesse realizzarsi l’annunciata riconversione del sito».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA