Per mesi molesta una ragazzina alla fermata dell’autobus. Arrestato un cinquentenne

lunedì 2 settembre 17:19 - di Redazione

Per settimane una minorenne a Pisa ha subito molestie sessuali da un 50enne alla fermata del bus. Alla fine la ragazzina è riuscita a raccontare tutto alla madre, che ha denunciato il fatto alla polizia municipale che, dopo giorni di indagini e appostamenti, ha messo fine all’incubo arrestando il molestatore. Nei confronti dell’uomo, accusato di molestie sessuali reiterate ai danni di minore, il gip del Tribunale di Pisa ha disposto gli arresti domiciliari.

Risale a pochi giorni fa l’epilogo della triste vicenda che ha visto protagonista la minorenne, quotidianamente in attesa dell’autobus alla medesima ora al terminal della Sesta Porta. Un cinquantenne pisano si è più volte approfittato della sua giovane età per avvicinarla, con una scusa, e metterle le mani addosso. L’uomo – come riporta l’Adnkronos – credeva di farla franca, pensando che la ragazzina, ai suoi occhi incapace di difendersi e di reagire, non avrebbe raccontato nulla a nessuno o comunque non sarebbe stata creduta. Non aveva però fatto i conti con la capacità, che solo una madre ha, di leggere negli occhi della figlia, la sensazione che qualcosa aveva turbato la ragazza. La giovane, dietro le domande della mamma è riuscita, non senza difficoltà, ad aprirsi in famiglia e a raccontare quello che da qualche giorno le stava accadendo. La madre appena ha capito la gravità della situazione non ha perso tempo e, complice anche la vicinanza del capolinea degli autobus con il comando di Via Battisti, si è precipitata alla polizia giudiziaria della municipale, dove madre e figlia hanno denunciato i fatti accaduti.

Dopo numerosi appostamenti in zona da parte degli agenti e attraverso la registrazione delleelecamere di videosorveglianza, la polizia municipale è riuscita a ricostruire tutta la vicenda nata agli inizi di agosto,  a individuare e arrestare l’uomo. «Nel complimentarmi per la professionalità, discrezionalità e prontezza con cui sono intervenuti gli agenti della polizia giudiziaria della municipale – commenta l’assessore alla sicurezza Giovanna Bonanno – intendo evidenziare ancora una volta il ruolo fondamentale e l’impegno quotidiano della polizia municipale al servizio e a tutela del cittadino. Grazie al loro intervento e ad una serie di indagini e controlli accurati, infatti, è stato possibile giungere in pochi giorni all’identificazione del responsabile di questi riprovevoli fatti ed al conseguente immediato arresto».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza