Nel 2013 i grillini lo assediavano al ristorante, ora Franceschini può andare a cena tranquillo (video)

mercoledì 4 settembre 14:52 - di Redazione

Accadeva sei anni fa. Non nella preistoria della politica. Era stato appena eletto GiorgioNapolitano e i grillini furibondi, aizzati dal loro capo Beppe che parlò di “furbo colpettino di Stato”, sciamavano via dal piazza del Parlamento.

E chi ti incontrano? Dario Franceschini. Lo salutano col festoso grido di “buffone, buffone”. Lui si alzò per cercare di sedare il piccolo tumulto chiedendo rispetto per gli altri clienti del ristorante. Nulla da fare. Così il giorno dopo l’allora ministro dei Beni culturali si lamentò su Twitter: “io aggredito al ristorante”. Il video fece il giro del web. Roberta Lombardi negò l’atto di bullismo da parte dei militanti M5S. Furono tirati in ballo gli attivisti di Rifondazione. Forse l’assedio lo fecero tutti insieme. In ogni caso l’imbarazzante episodio fu molto commentato e criticato e certo contribuì a scatenare risentimento tra quelle che un tempo erano opposte fazioni politiche…

Oggi è tutto diverso, tutto cambiato. Franceschini, di cui si parla insistentemente come ministro alla Cultura del Conte bis, si è molto speso per portare a compimento l’accordo coi pentastellati. L’incidente è stato archiviato. Il M5S si prepara a fare festa. Del resto non ci sono più i grillini di una volta…

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi