Monti, lezione da brividi al nuovo ministro dell’Economia: «Deve saper scontentare la gente»

giovedì 5 settembre 15:45 - di Augusta Cesari

Senza ritegno. Il primo requisito per un ministro dell’Economia è «saper scontentare la gente». Così parlò Mario Monti, uno che di scontentare la gente se ne intende, per usare un eufemismo. Un Monti rivitalizzato da questo governo voluto da Bruxelles. Questo governo è stato battezzato come il ritorno dei morti viventi. Ecco come possono essere pericolosi e vampirizzare gli italiani con l’imprimatur del senatore a vita Mario Monti. Si esprime così, l’ex premier lacrime e sangue sul nuovo ministro dell’Economia Roberto Gualtieri a L’aria che tira, il programma di Myrta Merlino su La7.  Gelo. Tira una brutta aria, è il caso di dire. Ecco lo scenario da brividi che attende gli italiani e le loro tasche. Parole inquietanti. Monti dà lezioni ai suoi eredi. Che il governo messo in piedi si pronunciasse  “governo Monti bis” non era solo uno slogan propagandistico, evidentemente. «Non lo conosco abbastanza per giudicare il carattere, in particolare la capacità a scontentare la gente, che è il primo requisito», ha detto letteralmente Monti in studio.

Lacrime e sangue ci attendono?

Insomma, il “primo requisito” di un ministro dell’Economia è saper fare proprio come lui ed Elsa Fornero, far soffrire la gente. Più che soffrire si dovrebbe dire rovinare. La politica di austerity – poi riconosciuta errata – ha svuotato le tasche di milioni di italiani a suon di tasse e con una riforma delle pensioni che ci sta ancora facendo piangere. Ma tant’è, il Loden dice poi la sua anche su Giuseppe Conte, al bis come premier: «Prima di tutto c’è il Conte zero, professionista e professore, poi è venuto il Conte 1 al governo, il Conte bis il giorno del discorso contro Salvini, e adesso arriva la terza incarnazione governativa di Conte», conclude l’ex premier. Se gli piace così… A noi non resta che piangere.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giuseppe Forconi 8 settembre 2019

    Non mi fiderei di nessun tecnico, ne tanto meno di un disastroso monti ne di quelli che lui vorrebbe suggerire, sono tutti una massa d’imbecilli patentati e l’Italia ci casca dentro grazie ai compagnucci di ciao bella ciao. Ora gli paghiamo anche stipendi d’oro, grazie miserevoli comunisti.

  • Alberto Lazzari 6 settembre 2019

    Ma questo personaggio non ha un minimo di coscienza, ha rovinato un Popolo ed è ancora a dare direttive ed i giornalisti che non mancano mai di intervistarlo .

  • Giuseppe 6 settembre 2019

    DA OGGI RACCOMANDO UNGUENTO PER IL POSTERIORE !!!!!!!!!!!!

  • FAUSTO 6 settembre 2019

    con il nuovo governo spero fortemente siano eliminati tutti i senatori a vita. sanguisughe sempre in agguato.

  • Silvia Toresi 6 settembre 2019

    Certa gente la manderei in esilio!!!!!!

  • Sandro Cecconi 5 settembre 2019

    Dopo aver letto le parole pronunciate da questo individuo, la domanda che sorge spontanea è la seguente: è normale o sarebbe meglio una cura a dosi da cavallo?

    Non gli viene proprio in mente di affermare e di fare ciò che è giusto per l’Italia e gli italiani? E ce ne sarebbe da fare, come ho scritto più e più volte con i numeri presi dai dati ufficiali.
    Penso sia giunto il momento di espellerlo dal parlamento italiano.

  • In evidenza

    contatore di accessi