Maglie: “La bimba in braccio a Salvini era sua figlia”. Ma un giornalista dell’Espresso parla di pedofilia…

martedì 17 settembre 17:00 - di Redazione

Siamo veramente alla follia: per l’intera giornata di ieri sono circolate le accuse più becere nei confronti di Matteo Salvini additato alle folle internettiane come colui che era colpevole di avere strumentalizzato i bambini di Bibbiano. Poi Selvaggia Lucarelli ci ha messo il carico da novanta: la bambina Greta che Salvini fa salire sul palco a Pontida, alla fine del suo comizio, non era tra quelle dell’inchiesta di Bibbiano. Ma Salvini non lo aveva mai detto che fosse di Bibbiano, bastava rivedere il video, cosa che la Lucarelli ha evitato di fare. Molti hanno creduto poi che la bimba tenuta in braccio da Salvini alla fine del suo comizio fosse proprio Greta, ma in realtà, come ha ricordato Maria Giovanna Maglie in tv, ospite di Stasera Italia su Rete4, pare proprio che la piccola fosse la figlia di Salvini.


Nulla di strano dunque. Nulla di scandaloso. Polemiche montate ad arte per colpire un “nemico” cui nulla si perdona, anche quello che evidentemente non ha mai fatto né detto. Ma c’è qualcuno che va oltre: si tratta di Marco Pacini, caporedattore dell’Espresso che arriva ad evocare la pedofilia postando la foto di Salvini con la bimba in braccio. Ecco il commento di Pacini: “Sappiamo poco in realtà del mondo vivendo la sua metamorfosi. Tutto è sfumato, tutto è sfumatura. Anche la pedofilia“. Parole ambigue che contengono analogie e connessioni vergognose, soprattutto in riferimento a un padre che tiene in braccio sua figlia. Il post di Pacini non è passato inosservato e i fan del Capitano si sono scatenati sui social. In effetti mai la polemica politica aveva toccato un livello così infimo. Basta guardare il post di Pacini per comprenderlo e per augurarsi che il clima di odio possa davvero finire.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giuseppe Tolu 18 settembre 2019

    Mamma mia quanta gente basta€da in giro. E poi per che cosa? Solo per voler male una persona contraria alle loro idee politiche. Chi è, allora, che fomenta odio e violenza? Avete qualche cosa da dire in merito? No, non possono averne, i komunisti!

  • Aniello 18 settembre 2019

    Ah Pacini, Pacini il tuo posto sai dove dovrebbe essere??? Nel letamaio di un porcile, a mangiare merda di porci!!!! FARABUTTO!!!!!!

  • In evidenza