La Raggi “sponsorizza” il gioco della pignatta con la testa di Salvini (video)

martedì 17 settembre 11:10 - di Redazione

Lo speaker quasi indemoniato che gridava: «Ragazzi, è ufficiale: abbiamo rotto la testa a Salvini». Il video non lascia spazio a nessun dubbio: stanotte, a Roma, si è consumata una pagina triste in un parco della Capitale dove, nell’ambito degli eventi dell'”Estate romana”, qualcuno ha pensato bene di organizzare il gioco della pignatta con un fantoccio che aveva incollato sopra il volto di Matteo Salvini. Colpito a bastonate, come da video, tra le urla di scherno della gente. Un evento “sponsorizzato” anche sui media e sui canali social del Campidoglio, uno spettacolo indecoroso sul quale la sindaca Virginia Raggi, nel tardi pomeriggio, esprime parole di condanna. «È inaccettabile ciò che è successo al Parco Schuster a Roma dove dei balordi si sono divertiti a colpire una pignatta che rappresentava il volto di Salvini. Comunque la si pensi, il rispetto delle persone viene prima di tutto», ha scritto in un tweet la sindaca di Roma.

Lo “spettacolo” di dubbio gusto, andato in scena al Parco Schuster, di fronte alla basilica di San Paolo, ha avuto, purtroppo, un grande successo di partecipanti, molti dei quali sono messi  in fila, con la benda, per partecipare al “linciaggio” virtuale di Salvini, documentato poi sulla pagina social di Radio Globo.

«È vergognoso quanto accaduto questa notte nel corso di un evento a parco Schuster. Un gruppo di esaltati ha appeso ad un filo la testa di Salvini e poi ha proceduto a prenderla a bastonate, con tanto di incoraggiamento del dj. Cosa ancora più scandalosa è il fatto che l’evento risulti sponsorizzato mediaticamente dai siti di Roma Capitale», scrivono in una nota Francesco Zicchieri i leghisti della Capitale, il coordinatore Regionale, Claudio Durigon, vice coordinatore regionale, Flavia Cerquoni, coordinatore romano, Maurizio Politi, capogruppo in assemblea capitolina, Daniele Maggi, coordinatore del Municipio Roma 8, e Franco Federici e Raffaella Rosati, consiglieri municipali.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza