I funerali di Delle Chiaie, in centinaia intonano l’inno di Avanguardia. Poi il rito del Presente (video)

giovedì 12 settembre 17:22 - di Redazione

Alcune centinaia di persone, in modo composto e senza incidenti, hanno dato oggi a Roma l’ultimo saluto a Stefano Delle Chiaie, fondatore di Avanguardia Nazionale, nella basilica di San Lorenzo fuori le Mura.

Il feretro era coperto dalla bandiera di Avanguardia Nazionale e dal Tricolore con il fascio littorio. Il celebrante don Pietro, amico personale di Delle Chiaie, ha detto: “Io e Stefano siamo stati amici, Carola lo sa – ha aggiunto rivolto alla moglie – Vi invito a celebrare questo momento con la fede che abbiamo. Lo abbiamo stimato, amato e ci ha amato”.

“Stefano – ha aggiunto – ha cercato di condividere la sua vita con gli altri con il suo modo di pensare. Era un uomo molto serio, dalle idee profonde. Noi siamo stati molto amici pur avendo idee diverse. Mai c’è stato motivo di scontro, parlavamo serenamente, pur pensandola in maniera diversa”. E ha continuato: “Carola, io penso che Stefano ti debba tanto perché forse, se oggi siamo qui a celebrare la sua nascita al cielo, molto lo deve a te. Quanto ti ha voluto bene. Ora è il momento di una fede vacillante. Ho accompagnato questo vostro amore, benedetto il vostro matrimonio in via Gallia, e da quel giorno non ci siamo mai più lasciati. Serve una grande stima in una grande amicizia. Quando si conoscono certe persone è una fortuna, un dono di Dio. Sono andato a trovarlo pochi giorni fa, soffriva. Avevamo le mani strette l’una in quella dell’altro, poi io gli ho detto trepidante “preghiamo insieme”, ha aperto gli occhi e mi ha detto ‘Sì, preghiamo insieme’. Abbiamo pregato insieme, e gli ho dato il perdono. Ciao Stefano, amico mio, ci ritroveremo in cielo”.

La moglie Carola, prima che la bara venisse portata fuori dalla chiesa, ha detto rivolta al marito: “Mi hai insegnato tutto, ma non a fare a meno di te. Prima o poi porteremo avanti quello che sei stato”.

Fuori dalla basilica sono stati gli stessi agenti della Digos, presenti tra la folla, ad allontanare i giornalisti e i fotografi dal carro funebre. Solo bandiere tricolori, nessuno slogan. Stefano Delle Chiaie è stato salutato con il rito del Presente dopo che è stato intonato l’inno di Avanguardia Nazionale. Presenti ai funerali anche Mario Borghezio, ex europarlamentare della Lega, e Domenico Gramazio, che ha così dichiarato al termine delle esequie: “Un uomo politico di grande spessore, la sua idea è ancora attuale. Stefano Delle Chiaie muore, le sue idee no”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Sabatangelo 13 settembre 2019

    E’ stato coerente con i suoi ideali fino alla fine. Altro che i ribaltisti di oggi.

  • In evidenza

    contatore di accessi