Governo Pd-M5s, comiche finali: un tweet di Franceschini per salvare capra e cavoli

domenica 1 settembre 16:12 - di Massimo Baiocchi

Un tweet e tutto va a posto, la crisi più ridicola rischia di risolversi sui social. Siamo alle comiche finali. Con i dem che credono di poter prendere per i fondelli gli italiani. E con i Cinquestelle che si adeguano alla presa in giro. Ci pensa Dario Franceschini, con un cinguettìo: «Per una volta Beppe Grillo è stato convincente. Una sfida così importante per il futuro di tutti non si blocca per un problema di “posti”. Serve generosità. Per riuscire a andare avanti allora cominciamo a eliminare entrambi i posti da vicepremier». Il tutto dopo il messaggio del “padre” del Movimento. Il garante del M5S  aveva infatti bacchettato chi finora ha parlato di poltrone invece di manifestare “euforia” per le opportunità che si presentano di cambiare il Paese e il mondo. Quindi ora Grillo è diventato bravo, bello e buono. E per Grillo il Pd sta diventando bravo, bello e buono.

L’idea di togliere i due vicepremier circolava da tempo. Ma la commedia vuole che venga strombazzata a dovere. Non a caso, non appena è stato pubblicato il messaggio di Franceschini, si sono messi tutti in coda per dire “sì, ha ragione”. Signori, si replica. All’interno del Pd, le parole dell’esponente dem sono state immediatamente condivise da Paolo Gentiloni. Poi da Andrea Marcucci e Andrea Orlando. Tutti favorevoli, a giudicare dai loro retweet. È questo il modo di salvare capra e cavoli, un un finto ma necessario clima di c’eravamo tanto odiati, ora ci vogliamo bene. Niente di più ridicolo.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giuseppe Tolu 2 settembre 2019

    Questi esseri vogliono comandare proprio di brutto, ora non vogliono più neanche il vice?!?! Povero Di Maio, mi fa anche un po’ di pena, poveraccio! Mollato da tutta la fronda sinistra ora lo sbatteranno in UE per toglierselo dai piedi. Io la vedo così, un governo con lega, fdi e la corrente di Di Maio, non sarebbe male, credo, e a quel paese (non questo, l’altro ancora) la sinistra tutta.

  • In evidenza

    contatore di accessi