FdI insorge in Aula: Rosato espelle Donzelli. Coi 5S al governo chi protesta è fuori (Video)

lunedì 9 settembre 14:43 - di Redazione

FdI insorge in Aula al grido di “Onestà, onestà”: spento il microfono a Lollobrigida, Rosato espelle Donzelli. Col M5S al governo chi protesta va fuori. Momenti di tensione, dunque, e non solo quando, giustificando in zona Cesarini il ricorso a un bis del suo governo, Giuseppe Conte prova a spiegare in extremis il mancato ricorso alle elezioni uscendosene con un bersagliatissimo «i cittadini non avrebbero capito»… In vari momenti del suo discorso Conte viene interrotto dai boati provenienti dai banchi dell’opposizione che, questa mattina, è insorta più volte in aula, ora al grido di poltrona, poltrona, ora invocando “onestà, onestà”…

Bagarre in Aula, spento il microfono a Lollobrigida

Quello odierno, in effetti, è un discorso per ottenere la fiducia, quello del premier, funestato da interruzioni e rivendicazioni rilanciate dai banchi dell’opposizione, da dove a più riprese si urla «poltrona, poltrona». E quando lo scontro non è di gruppo, si consuma anche in un botta e risposta tra due parlamentari, tanto che la cronaca dell’Aula registra anche momenti di tensione alla Camera tra il capogruppo di FdI Francesco Lollobrigida e ed Ettore Rosato che presiede il dibattito a Montecitorio. Tutto comincia quando Lollobrigida si reca al banco della presidenza per protestare di non aver avuto il tempo necessario per terminare il suo intervento. L’esponente Fdi non deve aver avuto ragione del suo esposto, però, tanto che di lì a poco lo scambio di opinioni si fa piuttosto concitato, al punto che Rosato chiede a Lollobrigida di allontanarsi con parole e gesti plateali. Nel frattempo, la protesta nei banchi di Fratelli d’Italia prosegue senza sosta.

Le opposizioni insorgono: Rosato espelle Donzelli (FdI)

Tanto che, in un aula ormai semideserta, Ettore Rosato arriva la punto di togliere la parola, dopo averlo ripetutamente avvertito, al capogruppo di Fdi Francesco Lollobrigida al quale viene addirittura spento il microfono tra le proteste del suo gruppo, unico presente in forze in quel momento. Così, accade che quando il grillino Giuseppe Brescia prende la parola, i deputati di FdI cominciano a scandire in coro «Onestà onestà», «Vergogna», «Elezioni elezioni», supportati solo dai banchi della Lega che al loro volta intonano il grido «Casaleggio, Casaleggio». Alla fine, come riporta tra gli altri il sito del’Ansa in queste ore, il presidente di turno, Ettore Rosato, ha espulso Giovanni Donzelli.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi