FdI all’attacco su Roma Capitale: il punto 26 del programma del Conte bis è una presa in giro

mercoledì 4 settembre 14:16 - di Redazione

“Roma non deve essere semplicemente più ‘attraente’ ma le devono essere riconosciuti i poteri e le risorse che le spettano in virtù del suo status di Capitale della Repubblica Italiana. È incredibile come il programma del nascente governo M5S-Pd, ovvero dei partiti che esprimono rispettivamente il sindaco di Roma e il presidente della Regione Lazio, dedichi alla Città Eterna poco più di una riga e non faccia nessun accenno a poteri e risorse. Siamo davanti all’ennesima e inaccettabile presa in giro sulla pelle della Capitale, che i romani devono conoscere e sulla quale Fratelli d’Italia darà battaglia ad ogni livello”. Lo dichiara la leader di FdI, Giorgia Meloni, in riferimento al punto 26 del canovaccio programmatico del Conte bis.

Un punto effettivamente assai scarno dove leggiamo: “Il Governo dovrà collaborare per rendere Roma una capitale sempre più attraente per i visitatori e sempre più vivibile e sostenibile per i residenti”.

“Chiunque penserebbe a una burla – attacca il Movimento nazionale sovranità con una dichiarazione di Giorgio Ciardi –   invece è la triste realtà di una accroccata maggioranza politica che nonostante annoveri tra le sue file proprio il sindaco della Capitale non riesce a esprimere uno straccio di idea e di azioni per il recupero di vivibilità e competitività della città. Forse lorsignori – conclude – pensano che Roma possa diventare più attraente indossando la pochette dell’avvocato del popolo?”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • MICHELE MASTROMARINO 4 settembre 2019

    Veramente, in tutta sincerità, credo che tutti i punti voluti dal M5S e che il PD ha fatto l’occhiolino pur di arrivare alle poltrone, non saranno attuati. E allora sì che ci faremo tante risate.

  • In evidenza

    contatore di accessi