Calenda inorridito: ancora con “Bandiera Rossa” alla festa dell’Unità? Mamma mia

lunedì 9 settembre 13:03 - di Redazione

Calenda inorridito: e ne ha ben donde anche stavolta. Il siparietto andato anacronisticamente in scena alla festa dell’Unità, con la scenetta di una zoccolo duro del Pd che intona Bandiera Rossa, proprio stride alle orecchie dell’esule dimissionario Carlo, Calenda, che tra lo sconforto e lo sconcerto su Twitter tuona: «Evviva il comunismo e la libertà? Mamma mia»…

Calenda, alla festa dell’Unità sono un po’ confusi…

Già, mamma mia: che poi suona un po’ come un “che tristezza”, il tweet di Carlo Calenda, che commenta laconicamente via social l’esecuzione improvvisata alla festa dell’Unità di Bandiera Rossa. «A prescindere da tutto, il fatto che si celebri così la nascita del Conte bis è sintomo di vaga confusione», osserva l’europarlamentare nel suo cinguettio. Poi, in totale accordo con un utente convinto che ci sia «più libertà nella storia del #Pci che in quella del camaleontico Pd» – il che è davvero tutto dire –  aggiunge a stretto giro: «Sicuro», dice Calenda. «Ma fanno impressione due cose: 1) si festeggia la nascita di un governo con una forza politica con cui ci si è sempre cordialmente odiati, come fosse una grande vittoria elettorale; 2) si riesumano repertori che avevano un senso e una forza forse 50 anni fa. Desolante». Come dargli torto…

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi