Bibbiano, striscione di CasaPound contro il convegno beffa della Regione Toscana

16 Set 2019 11:43 - di Redazione
Raffreddore

Parlare di come «Proteggere i bambini e le bambine dalla violenza assistita» e invitare tra i relatori l’avvocato Andrea Coffari che, salvo un clamoroso caso di omonimia, è il difensore del principale imputato per i fatti di Bibbiano, Claudio Foti. Succede a Firenze, in un convegno patrocinato dal Consiglio regionale e dalla Commissione pari opportunità della Regione Toscana e abilitato a rilasciare crediti formativi da parte dell’ordine degli assistenti sociali. Una scelta contro cui CasaPound ha protestato con l’affissione dello striscione “Parlateci di Bibbiano” e lasciando davanti alla sede dell’incontro, il Teatro della Pergola, alcuni oggetti per bambini dipinti di un simbolico rosso.

Non far cadere Bibbiano nel dimenticatoio

«Si tratta – si legge in una nota di CasaPound Firenze – di un’azione volta, in primo luogo, a richiamare l’attenzione dell’opinione pubblica sulle vicende di Bibbiano, che qualcuno vorrebbe far cadere nel dimenticatoio utilizzando la distrazione data dalle beghe politiche nazionali. Noi vogliamo invece tenere alta l’attenzione su quanto accaduto, soprattutto quando lo spettro di Bibbiano torna ad aggirarsi in un modo o nell’altro».

Tra i relatori il difensore di Foti

«Abbiamo protestato – ha spiegato ancora dal movimento – perché riteniamo inopportuno che ad una conferenza sul tema della violenza sui bambini, patrocinata da un’istituzione quale la Regione Toscana, possa intervenire Andrea Coffari, l’avvocato del principale imputato di Bibbiano, Claudio Foti, nonché componente dell’associazione “Rompere il silenzio”, la stessa di cui fanno parte Foti e alcuni tra gli altri indagati di “Angeli e Demoni”».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA