Violenta le figlie dei vicini di casa, incastrato dal cellulare: arrestato immigrato a Crema

sabato 10 agosto 18:45 - di Redazione

Un 29enne è stato arrestato ieri dalla squadra mobile di Crema, in provincia di Cremona, con l’accusa di violenza sessuale su minore. Le vittime sono due bambine, di 9 e di circa 10 anni, rispettivamente una vicina di casa e una figlia di amici di famiglia dell’uomo. Secondo Antonino Andronico, avvocato difensore di una delle due bimbe, gli episodi sono avvenuti in una corte con vari appartamenti in una frazione di Crema, corte in cui l’uomo, di origini indiane, possiede un garage in cui effettuava lavoretti.

Il video con le immagini dello stupro

A incastrare il cittadino indiano è stato un video trovato sul suo cellulare, che lo avrebbe ripreso in atteggiamenti inequivocabili con una delle due bambine. Gli inquirenti, dopo aver visto il materiale, hanno identificato la minore ripresa nel filmato e sono riusciti ad accertare che l’uomo aveva tenuto un comportamento molto simile in un episodio analogo con un’altra bambina.

I genitori di una delle vittime (connazionali dell’uomo) si sono accorti di quanto stava accadendo alla figlia tra la fine di febbraio e l’inizio di marzo, dopo aver ritrovato sul cellulare della piccola alcuni messaggi Whatsapp con cui il vicino di casa la invitava ad andare da lui, minacciandola di rivelare a tutti quello che era successo. Dopo la scoperta, la piccola ha raccontato tutto, confermandolo di fronte al pm che l’ha ascoltata in audizione protetta. «In quelle occasioni i genitori non erano assenti, come riportano alcuni organi di stampa – precisa il legale – ma si trovavano in casa, non immaginando che cosa stesse succedendo nel cortile in cui la figlia aveva sempre giocato serenamente». L’uomo è stato accompagnato presso la casa circondariale di Cremona a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi