«Troppa attesa al pronto soccorso»: aggrediti due medici dell’Umberto I di Roma

lunedì 5 agosto 15:56 - di Fortunata Cerri

Hanno aggredito i medici di turno al pronto soccorso del policlinico Umberto I di Roma, insultandoli e strattonandoli, lamentando la lunga attesa. Le aggressioni sono avvenute ieri in due diversi momenti della giornata. Entrambi i responsabili, un 36enne romano senza fissa dimora invalido e una 23enne di Genzano senza occupazione, tutti e due con precedenti, sono stati identificati e denunciati dai carabinieri della stazione Macao, con le accuse di interruzione di pubblico servizio e violenza e lesioni a incaricato di pubblico servizio. Uno dei due medici ha riportato una contusione alla spalla destra e ha avuto una prognosi di dieci giorni. Come hanno ricostruito i carabinieri, i due prima hanno lamentato di essere in attesa da troppo tempo al pronto soccorso, poi hanno inveito e aggredito i medici: una era una dottoressa.

Aggressioni al pronto soccorso

L’ultima aggressione risale alla fine di maggio al San Giovanni, quando un uomo in evidente stato di alterazione si era scagliato contro due dottoresse. In autunno a Ladispoli un uomo aveva quasi distrutto il Punto di primo intervento e fratturato il naso ad un vigilante. E solo qualche giorno prima era toccato ad un dottore del Sant’Andrea. Negli ultimi cinque anni i casi denunciati di aggressioni ai danni degli operatori sanitari sono stati circa 600.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi