Sondaggio bomba: gli italiani vogliono il voto, Lega e FdI hanno la maggioranza assoluta

venerdì 2 agosto 10:34 - di Redazione

L’ultimo sondaggio svela la vogli degli italiani si andare a votare ma anche l’esistenza di una maggioranza assoluta, quella di Lega e Fratelli d’Italia. Lo sostiene un sondaggio interessante del Sole 24Ore, oggi in edicola. La Lega è stimata al 38,9% dei consensi, Fdi al 7,4% secondo un sondaggio di Winpoll condotto la scorsa settimana e pubblicato sul quotidiano degli industriali italiani. Il foglio economico fa i conti: i voti sommati da Salvini e Meloni, in questo momento, in base alle ultime rilevazioni arrivano al 46,3%. “Con questi numeri è praticamente certo che in caso di voto anticipato i due partiti otterrebbero insieme la maggioranza assoluta dei seggi in entrambe le Camere”, si legge sul sito del Sole.

Ma c’è di più: gli elettori italiani sono arrivati alla conclusione che il governo sia al capolinea e che sia meglio tornare a votare. Già a maggio, in un sondaggio simile, il 64% degli intervistati aveva risposto nello stesso modo. Ora la percentuale è salita al 72%, che stima la quantità di italiani che preferiscono il voto alla continuazione dell’attuale governo. È una opinione condivisa dalla maggioranza degli elettori di tutti i maggiori partiti, con la sola eccezione di quelli del M5S. I leghisti che vogliono andare subito al voto sono il 58%.

L’editoriale del Sole: basta tira e molla, si vada al voto

«Gli italiani hanno le scatole piene di un governo che non governa, diviso da risse continue tra i due partiti leader: il M5S e la Lega. Più esattamente il 72% preferisce andare al voto. Il sondaggio, effettuato dalla Winpoll per conto del Sole 24 Ore, risulta ancora più significativo perché soltanto due mesi fa il partito della crisi di governo era a quota 64%», scrive Fabio Tamburini in prima pagina sul Sole 24 Ore. «Non solo. Il 58 % degli elettori leghisti, nonostante l’opinione finora negativa del loro leader maximo, Matteo Salvini, è convinto dell’opportunità di ridare la parola agli elettori. La stessa convinzione di buona parte dello stato maggiore della Lega nelle regioni del Nord, dalla Lombardia al Veneto. Vedremo come andrà a finire ma resta un fatto: le difficoltà dell’economia sono evidenti e la richiesta, che arriva dalla società civile, è di avere un governo che decida, che faccia delle scelte, che si assuma la responsabilità di dare la spinta necessaria per superare lo stallo», continua l’articolo. L’Italia è in stagnazione, rallentando dopo il marginale recupero congiunturale dei tre mesi precedenti -continua Tamburini-. Chiunque abbia a che fare con il mondo imprenditoriale sa che tira un vento sfavorevole al governo attuale, litigioso e confuso. Certo le aziende continuano sulla loro strada e non mancano numeri positivi, come confermano i risultati semestrali delle società quotate in Borsa. Ma sono il frutto di scelte societarie che raggiungono gli obiettivi nonostante il clima sfavorevole e il teatrino della politica».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giuseppe Forconi 3 agosto 2019

    Un grosso dubbio mi assilla…..: = Ma se si va al voto e vince la destra di Lega e FdI, come si potra’ sapere chi ha continuato a votare per il comunismo, i quali si beneficeranno, senza dubbio delle innovazioni che la destra apportera’ ? = Mi sembrta ingiusto, specialmente dopo tutto il fango e vomito che hanno buttato sulla destra. Un zingaretti, un renzi, un gentiloni, una boldrini, una bonino che hanno sempre sputato su Salvini, meriterebbero le future democratiche innovazioni ?

  • rino 3 agosto 2019

    Benissimo, si vada al voto, ma il futuro governo è sicuro di essere in grado di rintuzzare l’offensiva concentrata della sinistra e dell’Europa? Altrimenti farà la fine del governo Berlusconi. Ricordiamo che le armi della sinistra sono la magistratura, i centri sociali, gli anarco insurrezionalisti, specializzati in attentati, una galassia di gente con la testa nelle nuvole, ma rissosa, quali ambientalisti, animalisti, no tav, famiglie arcobaleno, radical scick ecc. tutti appoggiati dalla chiesa, dalla finanza e dalla mafia che lucrano sui immigrati assistenza ecc. La finanza internazionale e i nostri avversari europei, tedeschi e francesi, ci attaccheranno sul piano finanziario e rischieremo di fallire. Il popolo italiano e il governo di destra avrebbero le spalle per affrontare una nuova autarchia? Nella attuale situazione italiana non mi sembra. Credo che la destra potrebbe arrivare al governo impreparata e durare al massimo una legislatura oppure governare senza tener fede alle promesse e fare la fina di Berlusconi.
    Si faccia un discors chiaro agli italiani e si facciano nuovi sondaggi.

  • Lorenzo Argentino 2 agosto 2019

    ok matematicamente hanno la maggioranza assoluta,ma politicamente un nazionalista e un autonomista come convivono?

  • In evidenza

    contatore di accessi