Roma, roghi tossici dal campo nomadi. Le immagini diffuse dai residenti (video)

martedì 13 agosto 16:46 - di Redazione

Chi abita a Ponte di Nona e nel quadrante Est di Roma non ne può più. Campi nomadi e roghi, una storia che si ripete a scadenza quasi quotidiana. E il comitato Caop ha inviati l’ennesimo video per denunciare una vergogna che avviene nel silenzio generale. «Svegliarsi e assistere dal balcone questa scena è inaccettabile», afferma Franco Pirina, responsabile del Caop. E mette in ordine cronologico i fatti.

Quelle immagini dai balconi di Ponte di Nona

Ore 8,30, a fuoco l’ennesima discarica abusiva a due passi dal campo nomadi di Via di Salone, una di quelle tante discariche nate intorno al campo, da quando non è più possibile portare all’interno i rifiuti e materiali vari che poi venivano dati alle fiamme. «Quindi il problema dei roghi tossici non solo non è risolto, ma si aggrava anche il danno ambientale che stanno procurando queste discariche improvvisate, sorte in tutte le vicinanze del campo». È «il momento di ribellarsi», dice ancora. «I bambini specie quelli durante la crescita dei loro polmoni, hanno bisogno più che mai durante il formarsi di questi, di respirare aria sana e non tossica e per lo più colma di pura dossina. Le conseguenze di questo non si hanno subito ma si hanno dopo qualche anno e poi?
L’allarme a Ponte di Nona è alto. «Cerchiamo di impedire una volta per tutte di avere questo vicinato che non solo non ha rispetto per l’altrui, ma che oltre a danneggiare la nostra salute, oltre a danneggiare il nostro ambiente dove anche molti di voi hanno investito acquistando una casa e che proprio a causa di questo vicinato oggi sono più che mai svalutate, oltre a creare problemi di sicurezza a non finire, continua con questa spavalderia delinquenziale di sempre, alla faccia di chi si alza al mattino e torna a casa la sera dopo una giornata di lavoro onesto, alla faccia di chi con sacrifici immensi mantiene una famiglia, alla faccia di chi vive onestamente dalla mattina alla sera».

Rogo tossico vicino al Campo nomadi di Via di Salone

Svegliarsi questa mattina e assistere dal balcone a questa ennesima vergogna, non è stato un sereno risveglio di certo.Ore 8,30, a fuoco l'ennesima discarica abusiva a due passi dal Campo nomadi di Via di Salone, una di quelle tante discariche nate intorno al Campo, da quando non è più possibile portare all'interno del Campo i rifiuti e materiali vari che poi venivano dati alle fiamme.Quindi il problema dei roghi tossici non solo non è risolto, ma si aggrava anche il danno ambientale che stanno procurando queste discariche improvvisate, sorte in tutte le vicinanze del Campo.Questa mattina sono andati a fuoco gomme d'auto, plastica, olii di meccanica riciclati e altro materiale altamente tossico.Pura diossina.Ora io mi domando come mai che le numerose famiglie con bambini presenti nel nostro Territorio rimandano ancora indifferenti, come se non capitasse nulla.Vorrei fare capire a loro di non venire poi a piangere tra qualche anno quando molti dei loro bambini avranno problemi alla tiroide e polmonari.Non avete ancora capito il danno che questi delinquenti da anni e anni stanno procurando ai vosti bambini, possibile che non arrivate a capirlo, ma come si fa a non ribellarsi?I bambini specie quelli durante la crescita dei loro polmoni, hanno bisogno più che mai durante il formarsi di questi, di respirare aria sana e non tossica e per lo più colma di pura dossina.Le conseguenze di questo non si hanno subito ma si hanno dopo qualche anno e poi? Cosa fate poi una volta che i vostri bambini avranno coseguenze sanitarie per tutta la vita?Come vi sentirete davanti a loro quando saranno più grandi?Quando la verità la sapranno e sapranno che non li avete difesi e tutelati, non vorrei essere nei vostri panni.Di sicuro avranno ragione a rimproverarvi severamente.Quindi cerchiamo di impedire una volta per tutte di avere questo vicinato delinquenziale che non solo non ha rispetto per l'altrui, ma che oltre a danneggiare la nostra salute, oltre a danneggiare il nostro ambiente dove anche molti di voi hanno investito acquistando una casa e che proprio a causa di questo vicinato oggi sono più che mai svalutate, oltre a creare problemi di sicurezza a non finire, continua con questa spavalderia delinquenziale di sempre, alla faccia di chi si alza al mattino e torna a casa la sera dopo una giornata di lavoro onesto, alla faccia di chi con sacrifici immensi mantiene una Famiglia, alla faccia di chi vive onestamente dalla mattina alla sera.Franco Pirina

Pubblicato da CAOP Ponte di Nona su Martedì 13 agosto 2019

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza