Renzi fa lo schizzinoso: «Dare la fiducia al governo con il M5S mi costa ma penso agli italiani»

giovedì 29 agosto 9:42 - di Paolo Sturaro

Il paradosso dei paradossi è che ora Renzi fa lo schizzinoso, il prezioso. E anche il padre nobile. Dopo aver fatto di tutto per costruire l’alleanza con i Cinquestelle e per piazzare i suoi sulle poltrone, ora finge di turarsi il naso. «Il punto è che dare la fiducia a un governo di cui fanno parte esponenti del M5s mi costa, dal punto di vista personale. Sono stato insultato, diffamato ma penso che la politica sia pensare agli interessi degli italiani». Lo ha detto a “Zapping”, con una buona dose di faccia tosta.

Poi ha aggiunto: «Io mi sono guardato allo specchio e ho detto, puoi votare la fiducia a un governo di questo genere? Ho detto sì, facendo fatica. Puoi far parte di un governo di questo genere? Ho detto no. Sulle poltrone non metto bocca, firma il presidente della Repubblica su proposta dei partiti». «Le discussioni interne al Pd le faremo il giorno dopo la formazione del governo», ha specificato Renzi, con l’aria di chi si appresta alla resa dei conti. «È evidente che qualcosa andrà discusso e affrontato con tranquillità e laicità, anche con la libertà di chi dice che abbiamo messo al centro gli interessi del Paese anziché quelli personali».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • maurizio pinna 29 agosto 2019

    E’ il lessico del volpino nazionale, penso che ora stia studiando come avere i voti al Senato senza dover imbarcare i supercomunisti di LEU che Lui aveva rottamato, ma anche qui potrebbe esserci un’ennesima giravolta, insomma, se nullaosta gli assegnerei per acclamazione il premio “Il tartufo” di Moliere.

  • patrizia 29 agosto 2019

    Non pubblichero’ piu’ nulla che riguardi questo governicchio.
    Non amo essere complice di falsi personaggi amanti solo di sedere nello scranno del misero potere.
    Sono pupazzi imbellettati, sempre gli stessi, che ridurranno l’Italia in una maceria.
    Gli italiani, si sa non sono coraggiosi e subiranno, pur soffrendo…il virus del lento avvelenamento.
    In tanti siamo avviliti, ormai sappiamo le false mosse di questo bluff.
    Spero che un boomerang li schiacci e li porti lontano…. dove la nostra vista e udito, non vi senta ne veda PIU’.

  • In evidenza

    contatore di accessi