Meloni: «Conte dimostri di essere serio, rimetta l’incarico nelle mani di Mattarella»

sabato 31 agosto 18:38 - di Redazione

«Conte dimostri che i complimenti ricevuti di politico “serio e rispettoso delle Istituzioni” sono meritati: prenda atto che non ci sono più le condizioni per formare un governo e rimetta l’incarico nelle mani del Presidente Mattarella, che a quel punto non avrà altra possibilità che indire le elezioni». Lo scrive sui social la leader di FdI, Giorgia Meloni che, provando a tirare le somme dell’ennesima giornata politica che sta per volgere al termine senza un ennesimo nulla di fatto, affida a Facebook il suo pensiero su quelli che sono gli ultimi (non) sviluppi di una trattativa continuamente in corso.

Giorgia Meloni, Conte rimetta l’incarico a Mattarella

Una trattativa che si sta svolgendo al massimo del riserbo: tra bocce cucite e un enorme punto interrogativo sugli esiti di tanti incontri al vertice, summit e riunioni. Si parla di programmi e priorità. Si lanciano ultimatum, ci si vanta di non raccogliere guanti di sfida. E mentre Pd e M5S, attori di questa farsa che vira ogni minuto di più nello psico-dramma restano ancora una volta con un pugno di mosche in mano, gli elettori in disarmo continuano a firmare la richiesta di elezioni subito indetta con la mobilitazione di FdI a sostegno della linea ferma del partito e della sua leader, contro l’inciucio di un Conte bis. Per questo, anche dalla Puglia dove è stata ospite della rassegna “La piazza” a Ceglie Messapica, Giorgia Meloni ha ribadito la sua totale opposizione a un un inciucio di «impresentabili asserragliati nel palazzo a consumare le scelte dei poltronifici. Io non sarei in grado di guardare in faccia i miei parenti…», ha chiosato polemicamente la numero uno di FdI in in un video postato nelle scorse ore su Facebook. Un video in cui, ancora una volta, facendo riferimento alla mobilitazione del partito per la raccolta firme indetta per chiedere “elezioni subito”, la Meloni ribadisce: «Noi saremo in piazza Montecitorio nel giorno in cui il governo dovesse presentarsi per la fiducia. E stiamo già raccogliendo numerosissime adesioni».

Intanto Di Maio riunisce i big in un appartamento a Roma

Dall’altra parte del guado dove Pd e 5S studiano le sue mosse, Conte prova a tirare avanti, mentre Luigi di Maio riunisce lo stato maggiore del M5S. E se Zingaretti mada a dire tramite MArucci che i dem restano in attesa di un necessario chiarimento da parte dei grillini, in queste ore Di Maio è impegnato in una riunione con i “big” del Movimento in un’abitazione privata a Roma, per fare il punto – ufficialmente – sui temi del programma rilanciati oggi durante il confronto a palazzo Chigi tra il premier incaricato Giuseppe Conte e i capigruppo di Pd e M5S. Assai più probabilmente, in realtà, per capire come uscire dalla palude senza sporcare troppo immagine e ruoli…

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Sabino Gallo 1 settembre 2019

    Esiste una sola soluzione logica : “Elezioni subito” !
    Ed i Partiti Seri, prima di “offrirsi” agli elelettori DEVONO dimostrare la serieta’ di scegliere fra gli aspiranti politici di governo le persone prive di dubbi sulla loro buona cultura generale, su una eccellente esperienza esperienza professionale, su onesta’ priva di dubbi e di necessita’ di guadagni mai realizzati prima. Non si fa politica per “arricchirsi”!! Chiaro? E’ questa la sola soluzione per fare un buon governo!! Fuori Fuori dai piedi gli ignoranti che non hanno un passato degno di questo nome!!

  • Jadranka 31 agosto 2019

    Conte non rimetterà l’incarico a Mattarella perche ha dato la sua parola alla Merkel, Von der Leyen, Bergoglio e Macron. Si sente forte e importante. Povera Italia!

  • In evidenza

    contatore di accessi