Gasparri: «Le Ong hanno ripreso la loro attività criminale, vanno fermate»

venerdì 2 agosto 15:24 - di Giovanni Trotta
La nave Alan Kurdi, battente bandiera tedesca, della Ong tedesca Sea Eye

Si moltiplicano in queste ore le clamorose notizie di “soccorsi” di “naufraghi” da parte delle costosissime navi delle ong,che non si sa da chi siano finanziate e soprattutto come facciano a trovare in mare minuscole barchette con i clandestini a bordo. Per giunta la procura di Agrigento ha disposto il dissequestro della nave MareJonio di Mediterranea. Ad annunciarlo su Twitter è Mediterranea Saving Humans. “Ci stiamo già preparando a ritornare al più presto in mare” scrivono trionfanti. Di diversa opinione il senatore Maurizio Gasparri di Forza italia:”le Ong hanno ripreso la loro attività criminale davanti alle coste della Libia, favorendo scafisti e trafficanti di persone. Alimentano una attività illegale che fa arricchire bande di criminali. E di fatto si confondono con chi moltiplica lo sfruttamento della disperazione e l’aumento dei naufragi. Queste ong vanno bloccate tutte e con ogni mezzo. È ora di finirla. Scaricare sull’Italia la loro attività è un’autentica provocazione. Basta con personaggi tipo Carola. Tolleranza zero. Le ong si comportano come gli scafisti. Hanno ripreso la loro attività con tracotanza. Devono trovare una risposta ferma da parte dell’Italia e di tutti”. Da parte sua il premier Giuseppe Conte, prima di incontrare a Palazzo Chigi la presidente eletta della Commissione Europea, Ursula von der Leyen, hacommentato: “Dobbiamo gestire in modo più efficace i flussi migratori, non è pensabile che il problema rimanda sulle spalle dei Paesi di primo arrivo, come ancora accade”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi