Firenze, nigeriana colpisce in testa una donna nel bus: “Me l’ha comandato il corpo”

sabato 3 agosto 10:31 - di Adriana De Conto

Viene da Firenze l’ennesima storia di aggressione avvenuta su un bus, protagonista una nigeriana. La vittima, percossa e presa pugni senza motivo da una 22enne originaria della Nigeria, si è presa un colpo  in testa mentre si trovava seduta al suo posto sul mezzo pubblico. così, senza causa alcuna. Siamo alla follia. In pochi attimi si è scatenato l’inferno sul tram. La 36enne è stata immediatamente portata in ospedale dal 118 e le sue condizioni, per fortuna, non sono gravi. A Firenze negli ultimi anni le aggressioni sui mezzi pubblici sono diventate una piaga quotidiana.

La nigeriana: «Me l’ha comandato il corpo»

La nigeriana è stata fermata dalla polizia. L’immigrata è stata trasportata in ospedale per essere sottoposta, come leggiamo sulla  La Nazione, ad una visita psichiatrica. La donna non ha saputo spiegare i motivi del suo gesto. Sull’episodio è intervenuto anche il titolare del Viminale, Matteo Salvini che su Facebook ha rilanciato l’ennesimo episodio, che si aggiunge al rosario di aggressioni che i passaggeri e i controllori subiscono sui mezzi pubblici. «Ha aggredito una donna, a Firenze, colpendola con un pugno mentre entrambe erano a bordo della tramvia e tutto perché gliel’aveva “comandato il corpo”». questa è stat infatti la spiegazione – se così si può definire – della nigeriana.

Salvini:«Siamo al lavoro per cacciarla dall’Italia»

Il curriculum della niigeriana chissà perché non ci stupisce, ormai è un classico: già espulsa nel 2017, denunciata nel 2018 e  ha presentato domanda di asilo a Palermo «Siamo già al lavoro per cacciare dall’Italia questa criminale, e tutti quelli come lei, altro che “rifugiati”!», promette Salvini da Fb.  Per la donna potrebbe scattare la procedura di espulsione dal nostro Paese. Di certo il suo gesto ha scatenato attimi di paura e panico a bordo del tram.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi