FI, Rotondi: «Molliamo Salvini, facciamo come la Merkel. Lei non si allea con la destra»

mercoledì 21 Agosto 13:32 - di Giorgio Sigona

«Se Forza Italia vuol tornare a vincere deve abbracciare il Ppe credendoci veramente e non facendone solo l’abito per le cerimonie». Lo ha detto Gianfranco Rotondi, vicepresidente dei deputati di Fi, in un’intervista al Foglio. «Merkel si è accordata coi socialdemocratici, mai con la destra. I gollisti hanno votato Macron contro Le Pen. C’è un confine a destra invalicabile, solo noi lo spostiamo a seconda di quanti collegi ci offre Salvini».

«Berlusconi è un leader del Ppe non possiamo ridurlo a fare il numero 3 di Salvini dopo la Meloni per sistemare trenta persone. Berlusconi – chiosa – dà il nome a 25 anni di storia di questo Paese. In un paese normale Silvio sarebbe da tempo senatore a vita, e onestamente lo sarebbe anche Romano Prodi».

Quindi serve un governo con il Pd? «Con il Pd e anche con i Cinquestelle», risponde Rotondi. «È inutile che ci giriamo intorno, i Cinquestelle sono l’esatta antitesi di idea di stato, di politica, di istituzioni che abbiamo noi ma in questo parlamento hanno la maggioranza relativa. Significa che hanno vinto le elezioni un anno fa, non un secolo fa. E il consenso di Salvini è quello delle elezioni europee, che sono di medio termine. In America, Trump non si dimette ogni volta che perde un’elezione di medio termine». Ma in Forza Italia quanti sarebbero disponibili a votare per un governo del genere? «Chi vuole suicidarsi affondando nel salvinismo non ha che da invocare elezioni subito».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *