Fi, Bignami lascia la guida in Emilia Romagna: «Non mi convince la linea del partito»

mercoledì 28 agosto 11:22 - di Redazione

«Non riesco più a ritrovarmi appieno in linea politica partito». Dimissioni dal ruolo di coordinatore regionale di Forza Italia per Galeazzo Bignami. L`esponente azzurro ha formalizzato la sua rinuncia all’incarico di cui era stato investito il 27 settembre del 2018 in una lettera inviata al presidente e fondatore del partito, Silvio Berlusconi. Un addio, spiega, «ritenendo esauriti, all’esito delle elezioni amministrative della primavera scorsa e dell’indizione della prossima fase congressuale, gli obiettivi impartiti».

Pur ringraziando per l’incarico a lui conferito, che prosegue Bignami, «mi ha consentito di contribuire, insieme e grazie a tanti eletti» di raggiungere «importanti vittorie in Comuni come Ferrara e Forlì che, dopo decenni di ininterrotto governo di sinistra, non esito a definire storiche, l’imminente svolgimento delle elezioni regionali in Emilia Romagna mi impone tuttavia di rimettere il mandato commissariale» permettendo così di «individuare tra i tanti, bravissimi esponenti della nostra Regione chi, meglio di me, potrà interpretare la linea politica del movimento nella quale purtroppo non riesco più, per formazione e cultura, a ritrovarmi appieno».

Al posto di Bignami, come si evince da un comunicato di Elio Massimo Palmizio, ex coordinatore regionale emiliano-romagnolo di Forza Italia, Berlusconi ha scelto il senatore ed ex sindaco di Brescia, Adriano Paroli. «Ci tengo a dare il mio benvenuto ad Adriano Paroli che conosco dagli inizi della nostra avventura politica – scrive Palmizio -: sono contento che il presidente Berlusconi abbia scelto lui, vista anche la mia indisponibilità all’incarico, e come ho avuto modo di dire già telefonicamente sono a disposizione per aiutare e tentare di ricostruire ancora una volta Forza Italia in Emilia-Romagna».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi