Esplosioni davanti alla Caritas di Avellino: tre feriti. Fermato un uomo

venerdì 23 Agosto 18:11 - di Redazione

Alcuni ordigni rudimentali sono stati fatti esplodere in piazza Libertà, davanti al palazzo Vescovile di Avellino. Le deflagrazioni sarebbero state causate da alcune bombolette da camping lasciate all’ingresso dello stabile e fatte esplodere. Secondo quanto riportato dai media locali, ci sarebbero almeno tre feriti. Tra di loro il direttore della Caritas Carlo Mele, un vigile urbano e un cittadino che si erano avvicinati al cartone contenente le bombolette per verificarne il contenuto.

Fermato un uomo per l’attentato di Avellino

La polizia, scrive il giornale irpino Ottopagine,  ha fermato un uomo, che sarebbe l’autore del gesto. L’area è stata perimetrata prontamente per scongiurare altri rischi per i cittadini. Sul posto si è recato subito il sindaco Gianluca Festa, che si è voluto personalmente accertare delle condizioni di salute dei tre feriti. Tante le attestazioni di solidarietà arrivate per i componenti della Diocesi di Avellino e della Caritas e altre strutture che fanno capo al palazzo Vescovile. Ignoto il movente del gesto. L’autore sarebbe un uomo tra i 40 e 50 anni noto alle forze dell’ordine. Una persona disagiata e che frequenterebbe da tempo la Mensa Dei Poveri. (Nella foto, immagini di repertorio di una fila a una mensa della Caritas)

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *