È morto Hamza bin Laden, figlio ed erede di Osama

giovedì 1 agosto 13:48 - di Redazione

È morto Hamza bin Laden figlio di Osama bin Laden. La notizia è stata rilanciata dalla Nbc, che ha fatto riferimento a 3 diverse fonti pur senza dettagli relativi alla data e al luogo del decesso. Nè è chiaro se gli Stati Uniti abbiano avuto un ruolo nella vicenda. L’ultima dichiarazione pubblica Hamza bin Laden, diffusa dalla rete di media vicina ad al Qaeda, conteneva minacce all’Arabia Saudita e un appello alla ribellione della popolazione della penisola arabica. Il figlio di Osama bin Laden è stato considerato il leader emergente di al Qaeda: la conferma, nei mesi scorsi, era arrivata dal Dipartimento di Stato americano. “Ha diffuso messaggi audio e video su Internet, esortando i seguaci a lanciare attacchi terroristici contro gli Stati Uniti”, si leggeva in una dichiarazione diffusa dal dipartimento di Stato in cui si sottolineava che Hamza ha “minacciato attacchi contro gli Stati Uniti ed i suoi alleati occidentali”. In particolare, Hamza ha minacciato di “vendicarsi per la morte del padre ucciso nel maggio del 2011 dalle forze Usa”. E tra le carte ed i file che il team dei Navy Seal hanno trovato nel bunker di Abbottabad, la località del Pakistan dove si nascondeva il fondatore di al Qaeda, gli inquirenti hanno trovato lettere di Osama che indicano stava crescendo ed educando il figlio ad essere il suo successore alla guida di al Qaeda. Hamza, che secondo gli americani avrebbe avuto tra i 30 ed i 33 anni, si era sposato con la figlia di un Mohammed Atta, il terrorista egiziano che guidò i dirottatori degli aerei che si sono schiantati contro il World Trade Center l’11 settembre.

 

 

 

 

 

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi